L’Oplontina muove la classifica, pareggio amaro con il Trilem Casavatore

oplontinaF.C. OPLONTINA – TRILEM 8 – 8 (2 – 3 )

OPLONTINA: 22 Aceto, 24 Fabiano, 8 Amirante, 4 D’Ammora, 5 Ferrante (k), 7 Esposito, 10 Ferraioli, 11 Brunelli, 13 Stiano, 17 Ruccolano, 91 Cirillo, 92 Conò. All. Capasso.

TRILEM: 2 Graziano, 30 La Monica, 5 Avallone, 7 Spezzalegna, 11 Iannone, 9 Russo, 10 Varriale (k), 8 Acanfora, 17 Gallo, 22 Minopoli, 6 Mancini, 4 Salierno. All. Grieco.

ARBITRI: Antonio Crescenzo di Salerno e Umberto Mancaniello di Nola.

MARCATORI: Stiano (O), Avallone (T) autorete Ferrante (T), Esposito (O), Varriale (T), Ferrante (O) , Ruoccolano (O), Ferraioli (O), Russo (T), Graziano (T), Ferraioli(O), Brunelli(O), Russo (T), Varriale (T) su rigore, Spezzalegna (T), Ferraioli (O)

AMMONITI: Spezzalegna (T). Varriale (T), Ferraioli (O)

L’Oplontina conquista il primo punto del campionato, grazie al pareggio casalingo con il Trilem Casavatore al termine di una gara che avrebbe meritato di vincere se solo avesse fatto tesoro delle sconfitte subite nelle ultime gare. Il pareggio muove la classifica ma fa sprofondare sotto terra il morale di Ferrante e compagni, convinti, almeno fino a due minuti dalla sirena, di regalare il successo al presidente Fasolillo dopo una settimana di passione. Fatali gli errori nel finale di partita con due reti di vantaggio sugli avversari. Gli ospiti, dal canto loro, hanno espresso un buon gioco e, soprattutto, hanno dimostrato di avere una buona tenuta psicologica, riuscendo sempre a capovolgere il risultato. Primo tempo giocato a ritmo intensissimo: l’Oplontina ci mette il cuore; la Trilem il cinismo. I vesuviani passano in vantaggio dopo 35’’ grazie ad una prodezza di Stiano direttamente da calcio d’angolo. Pareggia Avallone, bravo a rubare palla a Brunelli ultimo uomo. Il sorpasso è frutto di una sfortunata autorete di Ferrante. I vesuviani non ci stanno e attaccano a testa bassa, fino alla prodezza di Esposito che piega le mani a Minopoli. Sembra fatta, ma dopo alcune occasioni fallite sotto porta, arriva il sorpasso degli ospiti con Varriale. Nella ripresa arrembaggio dei padroni di casa. Ferrante e Ruccolano mandano il estasi la tifoseria locale. Nel momento migliore arrivano la doccia fredda: Russo e Graziano riagguantano il risultato. Ferraioli e Brunelli riportano a due le lunghezze di distanza. È il momento della svolta. I vesuviani si chiudono per paura del sesto fallo. Russo e Varriale (su calcio di rigore) costringono Fabiano alla resa. A 40’’ dalla sirena arriva l’ennesima ingenuità che regala il sorpasso alla squadra di Casavatore. Segna Spezzalegna. Ferraioli agguanta il pareggio in extremis. Al triplice fischio strette di mano ed applausi per tutti, ma i vesuviani tornano negli spogliatoi con l’amaro in bocca. I punti lasciati sul parquet cominciano ad essere troppi…

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *