Boscotrecase, premiata la produttività dei vigili urbani

 generica-comunePioggia di euro sul comando della polizia municipale. Sono stati, infatti, liquidati al personale del comando di piazza Municipio i premi di produttività relativi al 2018. Il provvedimento è stato redatto e sottoscritto dalla comandante Maria Clotilde Liotto e pubblicato nell’Albo pretorio comunale. È una delibera di giunta del 2013 a fissare il sistema di misurazione e valutazione della performance delle prestazioni e dei risultati. I vari responsabili di settore, nella conferenza dei servizi tenutasi a fine maggio scorso, hanno provveduto alla ripartizione delle somme disponibili per la produttività fra i vari comparti, assegnando alla Polizia Locale un importo pari ad € 7.743,65.

Il Contratto collettivo nazionale di lavoro prevede che “i compensi destinati a incentivare la produttività e il miglioramento dei servizi devono essere corrisposti ai lavoratori interessati soltanto a conclusione del periodo o processo di valutazione delle prestazioni e dei risultati”. Per tale motivo sono state avviate una serie di attività in relazione ai profili professionali e alle competenze possedute dai singoli dipendenti.

Il tutto sotto la supervisione e il coordinamento della responsabile, la quale, durante la fase di realizzazione delle procedure, ha provveduto ad effettuare continui controlli sulle attività svolte con contestuale verifica dell’impegno e del rendimento del personale impegnato, in funzione della realizzazione degli obiettivi assegnati. Sulla base dei risultati raggiunti, la comandante ha proceduto all’espletamento della procedura di valutazione dei dipendenti, effettuata nel rispetto della disciplina inserita nel sistema di valutazione, redigendo per ognuno dei suoi sottoposti, una scheda di valutazione.

Nove su dieci beneficiari del premio di produttività ricoprono appartengono alla categoria C5, mentre uno soltanto la B7. L’importo del premio varia da 581 euro a 242. Insomma, il comando della polizia locale si conferma uno dei settori più attivi della macchina comunale, nonostante l’età media sia molto alta il che lascia immaginare che vi saranno altri pensionamenti entro il 2020. Per fortuna il sindaco Pietro Carotenuto e la sua giunta si sono mossi per tempo, aderendo alla piattaforma concorsuale della Regione Campania e attivando le procedure selettive che dovrebbero determinare quel ricambio generazionale negli uffici del Palazzo di città da tanti auspicato ma mai effettivamente realizzato.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *