Boscotrecase, ecco le tariffe per matrimoni e unioni civili

Sposarsi o unirsi civilmente al Comune di Boscotrecase avrà un costo diverso a seconda della fascia oraria prescelta e della location. Lo ha deciso la giunta comunale presieduta dal sindaco Pietro Carotenuto, il quale non ha mai fatto mistero di voler “sfruttare tutte le opportunità collegate alle nuove norme vigenti in questa materia sia per rimpinguare le casse dell’ente locale che per puntare su una nuova immagine di Boscotrecase, come città dei matrimoni e delle unioni civili.

Il tutto è collegato alla Circolare n. 29 del 07/6/2007 della Direzione Centrale per i Servizi Demografici del Ministero dell’Interno in base alla quale la celebrazione dei matrimoni civili può avvenire in edifici e spazi esterni alla Casa Comunale, purché tali sedi siano sempre e comunque nella disponibilità del Comune e la loro individuazione come Ufficio dello Stato Civile abbia un carattere di ragionevole continuità temporale. È noto, infatti, che con apposita delibera, a seguito manifestazione di interesse da parte di operatori privati, sono state istituite sedi distaccate dell’Ufficio di Stato civile per celebrare i matrimoni civili e le unioni civili. Il Regolamento Comunale per la celebrazione dei matrimoni civili e per la costituzione delle unioni civili rinvia alla competenza della Giunta Comunale la determinazione delle tariffe dovute dagli sposi al Comune a titolo di rimborso per la celebrazione del matrimonio civile e per la costituzione delle unioni civili fuori dalla casa comunale.

Il provvedimento in parola stabilisce che l’organo di governo del paese, nel fissare le tariffe, deve tener conto anche del costo del personale necessario per l’espletamento del matrimonio, del costo dei servizi offerti come i consumi per riscaldamento, energia elettrica, pulizia, nonché della residenza dei contraenti e dell’orario e del luogo di celebrazione. Se uno dei contraenti è residente a Boscotrecase l’unione o il matrimonio al Comune in orario non avrà alcun costo. Fuori orario costerà 100 euro. Nelle sedi distaccate, invece, in orario si pagherà 150 euro e fuori orario 200 euro. Per i contraenti entrambi non residenti a Boscotrecase l’unione in orario presso la Casa comunale sarà sempre gratis, fuori orario si pagherò 150 euro. Presso le sedi distaccate in orario si pagherà 200 euro e fuori orario 250. L’atto appena varato dal Comune stabilisce, inoltre, che tutte la tariffe sono comprensive di iva e non sono frazionabili.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *