Boscotrecase, imminente la nomina del nuovo segretario generale

 izzo-salvatoreLa nomina del nuovo segretario generale del Comune di Boscotrecase è imminente. La designazione, almeno in teoria, dovrebbe scattare a breve, in modo da consentire al dirigente di entrare in servizio dal 1° luglio prossimo. La decisione spetta al sindaco Pietro Carotenuto, il quale, nelle ultime settimane, ha passato parte del suo tempo a leggere i curricula inviati dagli aspiranti sostituti dell’ex segretaria generale Anna Teresa Ranieri, ormai in pensione dopo 40 anni di onorato servizio.

Il Testo Unico sugli Enti locali dispone che il Comune e la Provincia hanno un segretario titolare “che svolge compiti di collaborazione e funzioni di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi dell’ente in ordine alla conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti”. Dal punto di vista organizzativo dipende funzionalmente dal sindaco o dal presidente della provincia. Il segretario è scelto tra coloro che siano in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche o economia e che abbiano frequentato apposito corso-concorso pubblico per esami presso la Scuola superiore della pubblica amministrazione locale ed iscritti all’Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali, che è articolato in sezioni regionali.

Non appena il sito dell’Albo ha notificato la disponibilità dell’ufficio a Boscotrecase sono iniziate ad arrivare le richieste. Il titolare della fascia tricolore ha avviato i primi colloqui che si sono svolti nel suo ufficio al piano nobile del Palazzo di via Rio. Lo scioglimento della riserva da parte del titolare della fascia tricolore consentirebbe al responsabile dei Servizi Finanziari, Salvatore Izzo, chiamato ad assumere le funzioni “ad interim”, di ritrovare un po’ di tranquillità. “L’uomo dei numeri” – così come è stato “battezzato” dai colleghi –  originario dell’ex frazione di Trecase, non potrà reggere l’incarico a lungo, visti i gravosi impegni che è chiamato ad espletare giorno per giorno, dovendo, da un lato, far quadrare i conti e dall’altro partecipare alle riunioni di giunta in veste di segretario verbalizzante.

Lo stress da superlavoro, stando alle indiscrezioni raccolte nei corridoi del Palazzo, è destinato a cessare nel giro di qualche giorno. Il professionista scelto dal sindaco avrà tutto il tempo per prendere confidenza con la macchina comunale e la classe dirigente alla guida del piccolo comune vesuviano che ha dato i natali al cardinale filosofo Giuseppe Prisco.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *