Trecase, musical del Centro Anziani nella Parrocchia Sant’Antonio con due assessori

parrocchiaLa musica, si sa, è capace di superare tutte le barriere. Anche quelle ideologiche. E di regalare emozioni anche a persone che hanno radici politiche e culturali molto diverse tra loro. Oggi Luisa Stanzione e Salvatore Napodano sono due “pilastri” della giunta guidata dal sindaco Raffaele De Luca. Nella passata legislatura sono stati avversari. Poi, per una serie di vicissitudini, si sono ritrovati sulle stesse posizioni fino ad essere eletti nella stessa lista.
Entrambi coltivano da sempre la passione per il canto. E così, in occasione del mini musical “Napule ‘e notte e juorn”, organizzato dal Circolo Sociale Polivalente (con il patrocinio del comune di Trecase) nella Sala Teatro della parrocchia “Sant’Antonio da Padova” hanno dato vita ad un vero e proprio sodalizio artistico, esibendosi con successo davanti al folto pubblico ed ai rispettivi familiari.
La loro performance ha ricevuto consensi unanimi da parte dei presenti.
Lo spettacolo è stato diretto da Mario Gallo, socio del Centro che è anche l’ideatore della iniziativa, mentre la conduzione non poteva che ricadere sul Maestro Ignazio Panariello, icona vivente del teatro alla falde del Vesuvio, già assessore e consigliere comunale nell’ex frazione di Boscotrecase. Il Maestro Nino Masturzo che ha, invece, diretto ed accompagnato i cantanti, nonché il coro, mentre la scenografia è stata curata da Giusy Salvatore. Sul palco si sono esibiti, per la gioia degli appassionati della canzone classica napoletana, Antonio Bifulco, Marco Scognamiglio, il duetto composto dai due assessori e poi Antonio Stanzione, Elena Tamburro, Mario Gallo.
Maria Carotenuto ha declamato alcuni versi di Mario Gallo, mentre Carmine Voccia ha riproposto una lirica del grande Raffaele Viviani.
Si esibiti ancora Massimo Finaldi, Luisa Nocerino, Fiorentina Ierardi Alfonso Marano, Teresa Zeno, Luigi Vitulano, Antonio Bifulco, Antonietta Cirillo, Marco Scognamiglio e Teodoro Napoli.
Tutti gli artisti hanno ricevuto il plauso di don Federico Battaglia, che olter ad essere parroco, è un esperto di musica, avendo frequentato con profitto il Conservatorio di Napoli.
Lo spettacolo è stato aperto dagli “scugnizzi” Francesco, Gabriele, Teodoro e Mario che hanno interpretato alcune scenette napoletane e si sono cimentati in giochi di carte nonché nella celeberrima “Trezza Longa”. Alla fine applausi per tutti e un momento di condivisione con i dolci tipici della tradizione natalizia napoletana. (la foto della Parrocchia Sant’Antonio di Trecase è tratta dal sito istituzionale, per gentile concessione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *