Trecase: musica dai balconi per il videoclip di Pasquetta

 

È stata una Pasquetta senza dubbio originale, quella che hanno trascorso gli abitanti di via Capitano Giuseppe Rea, al confine con l’ex comune capoluogo di Boscotrecase. Il motivo? Nell’arco della giornata i residenti hanno partecipato alla realizzazione di un videoclip amatoriale ideato e realizzato dal medico dentista Luigi Cirillo che, come è noto, alle ultime elezioni amministrative ha sfiorato l’ingresso nell’assise civica per una manciata di voti. “In tempi di coronavirus – ha spiegato il professionista in un post diventato in poche ore virale – non si poteva fare di più”. Per le riprese del video musicale, dal titolo “Trecase resta a casa”, è stato utilizzato un drone, evidentemente guidato a distanza dal camice bianco o da una persona a lui vicina.

Il piccolo velivolo munito di telecamera ha sorvolato i tetti dei palazzi offrendo delle inquadrature davvero suggestive del Vesuvio e delle case che sorgono lungo le due pendici. Il tutto accompagnato dalle note, davvero coinvolgenti, di “A città ‘e Pulecenella”, la celebre hit dedicata a Napoli, composta (musica e testo) dal Maestro Claudio Mattone. Mentre le forze dell’ordine erano impegnate a presidiare la strada provinciale panoramica e i sentieri di accesso al Parco Nazionale del Vesuvio, gli abitanti del quartiere “Vallone” si sono organizzati a loro modo. Ognuno ha consumato il pranzo all’interno delle mura domestiche, salvo poi lasciarsi andare al ballo ed al divertimento durante le riprese del video.

La musica, si sa, ha il potere di alleviare il dolore e l’ansia. Di questi tempi si tratta di un antidoto necessario alla depressione che deriva da oltre un mese di isolamento. Il mancato consigliere comunale, che è anche un valente podista (a dispetto delle oltre 60 primavere alle spalle ha partecipato a numerose maratone, ottenendo ottimi piazzamenti) ha coinvolto tutta la sua famiglia in quello che potremmo definire come un piccolo esperimento sociale dal quale è emerso chiaramente un dato incontrovertibile: il bisogno di socialità fa parte della natura stessa dell’uomo.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *