Trecase, Festa dello sport all’insegna della lotta al bullismo

 festa-sport“Lo sport è un antidoto efficacissimo per prevenire e combattere il fenomeno del bullismo”. Lo ha detto lo scrittore Francesco Paolo Oreste, sovrintendente della Polizia di Stato, ospite d’onore alla Festa dello sport che si è svolta nella Villa Comunale di Trecase. Una manifestazione ben riuscita, a giudicare dal numero di bambini che hanno partecipato all’evento. Per tre ore la Villa Comunale si è trasformata in un centro sportivo polivalente, dove i responsabili delle società sportive che operano sul territorio hanno allestito campi da basket, pallavolo, ring, piste ciclabili e di pattinaggio. Sotto lo sguardo attento di Raffaele Noto, delegato del presidente del Coni, si sono svolte sfide di pugilato, tiro con l’arco, equitazione. E poi esibizioni di difesa personale con l’istruttore Giuseppe Ciaravola, arti marziali, tennistavolo e di balli di gruppo. Insomma l’assessore allo sport, Giuseppina Ilia Porzio, al suo esordio vero come titolare della delega, può dirsi soddisfatta, anche se adesso gli sportivi del posto attendono che batta un colpo per quanto riguarda la tensostruttura adiacente la vecchia scuola media. Accanto a lei, a fare gli onori di casa, il sindaco Raffaele De Luca, la presidente del consiglio comunale Anna Fusco, i consiglieri delegati alla polizia locale, Salvatore Napodano, e agli eventi, Teresa Matrone. Nonostante il freddo davvero pungente la manifestazione si è rivelata un successo. Il momento clou è stato, comunque, quello in cui il poliziotto scrittore, già consigliere comunale nella vicina municipalità di Boscoreale, ha parlato ai genitori ed ai bambini presenti: “il bullismo ed il cyberbullismo non conoscono steccati né classi sociali”. Di qui una serie di consigli su come comportarsi, partendo dal dialogo con i ragazzi, passando per la gestione dei telefonini e, in particolare, per l’utilizzo dei social network che possono generale numerosi problemi se l’uso non avviene in maniera consapevole. Alla fine un lungo applauso ha suggellato la conclusione della mini olimpiade. Considerata l’importanza della tematica i vertici dell’amministrazione hanno preannunciato ulteriori incontri con le famiglie per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo. A sorvegliare sulla buona riuscita della Festa dello Sport c’erano gli agenti della polizia locale e gli operatori del gruppo comunale di safety del Comune di Trecase Maria Diana, Pasquale Izzo, Rosamary Panariello, Ilaria Arpaia, Vincenzo Iannaco e Francesco Ventura.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *