Trecase, Alessandro Guarro da ex scugnizzo a parrucchiere all’ultima moda

guarro“Il nostro è un mestiere che richiede sacrifici. E non tutti sono disposti  a farli”. Alessandro Guarro, 22 anni, è un giovanissimo parrucchiere di Trecase. Da tre anni conduce una piccola ma ben avviata attività che insiste sulla centralissima piazza San Gennaro.

“Sono nato a cresciuto a Torre Annunziata, nella zona della Basilica della Madonna della Neve – racconta – mio padre svolge la mia stessa attività nel quartiere”. Non un rione qualunque. Chi conosce Oplonti lo sa molto bene. Ma il 22enne non si è fatto irretire dalla bella vita e dal guadagno facile che si può ottenere portando avanti certi traffici. Ed ha pensato bene di intraprendere l’attività del genitore. Con sacrifici e buona volontà.

Nel giro di qualche anno, poi, la decisione di entrare, da protagonista, nel mondo del lavoro con un negozio da gestire direttamente. Così è nata una piccola impresa artigianale che, a dispetto della crisi, funziona. E garantisce un avvenire sicuro al titolare ed all’avventizio che lo aiuta. “Facciamo il nostro lavoro con passione” – afferma, mentre, con piglio sicuro, fa scivolare la macchinetta lungo il ciuffo di un ventenne.

Come di consueto dal barbiere si parla in libertà di sport, viaggi e belle donne. I tempi cambiano, le mode passato ma i clienti non perdono l’abitudine di raccontare e di raccontarsi mentre il 22enne trasforma i loro desideri in realtà. I tagli alla moda vanno per la maggiore, ma anche i più avanti negli anni riescono a trovare il giusto compromesso con la novità.

Tra un cliente e l’altro lo sguardo del titolare si posa sulle immagini dello stadio Giraud in festa per il Savoia. Una passione che l’ex scugnizzo della Nunziata non ha mai rinnegato. Così come le sue origini. E la voglia di dimostrare che il mestiere del parrucchiere, come diceva il grande Peppino De Filippo, è una missione…

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *