Terza sconfitta consecutiva di fila per l’Oplontina, è crisi nera

squadreLEONI ACERRA: 1 Moccia, 2 Della Valle, 9 Spasiano, 10 Tufano, 12 Fergola, 13 Brillante, 31 Berni, 83 Terracciano, 22 Tardi, 8 D’Amico. All. Lieto. OPLONTINA: 24 Fabiano, 16 Sorrentino, 4 D’Ammora, 5 Ferrante (k), 7 Esposito, 9 Ciabatta, 10 Ferraioli, 11 Brunelli (vk), 13 Stiano, 17 Ruoccolano, 91 Cirillo, 92 Conò, 8 Amirante, 22 Longobardi. All. Capasso. ARBITRI: Arminio di Nola e Nappo di Ercolano. Crono: Romano di Salerno. MARCATORI: Fergola (L), Tufano (6) (L), Amirante (O), Brunelli (O) Ferraioli (O).
NOTE: Il dg Matteo Viviano (O) in tribuna perché squalificato. Circa 60 spettatori.
CERCOLA – Terza sconfitta consecutiva per l’Oplontina che si è dovuta arrendere davanti alla maggiore determinazione dei Leoni di Acerra al termine di una gara intensissima disputata nella Tendostruttura di Cercola. Il parziale è eccessivo, perché Ferrante e compagni hanno sprecato tante occasioni e colpito diversi legni ma gli uomini di Lieto hanno giocato una grande partita sulla scorta delle giocate di capitan Tufano, migliore in campo. È una brutta batosta, quella rimediata dagli oplontini. La squadra, nonostante gli innesti di qualità, non riesce a trovare la quadra. Mancano ordine ed equilibrio. E la retroguardia appare troppo distratta. Bisogna correre ai ripari prima che sia troppo tardi. Sicuramente nel corso della prossima settimana mister Capasso chiamerà a raccolta i suoi giocatori per fare il punto della situazione e trovare il rimedio adatto per uscire dalla crisi di risultati. La partita si mette subito male con i padroni di casa in vantaggio dopo pochi minuti con Fergola. Poi Tufano, sospinto dai rumorosi tifosi di casa, si esalta e chiude la sua prima frazione con una doppietta. La new entry Amirante accorcia le distanze. Nella ripresa la musica cambia. Gli ospiti danno l’impressione di poter fare di qualcosa in più. Brunelli realizza, finalizzando una ripartenza. I supporter vesuviani iniziano a sognare la rimonta, ma devono ben presto fare i conti con la giornata no di Fabiano e colleghi di reparto e con le giocate di fino e di astuzia di Tufano. Il capitano sfrutta al meglio tutte le occasioni e non fallisce i tiri liberi assegnati. Capasso sostituisce Fabiano con il secondo portiere Antonino Sorrentino che dimostra di essere in gran forma, evitando un parziale ancora più pesante. L’unico sussulto oplontino è di Ferraioli.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *