Portici, grande successo per il Campo Scuola “Anch’io sono la Protezione Civile 2019”

campo-scuola-porticiLa cultura della protezione civile non è un qualcosa che si impara solo dai libri. È il frutto di una esperienza che si acquisisce sul campo, ovviamente sotto la guida e la supervisione di personale adeguatamente formato. È quello che stanno sperimentando una trentina di ragazzi di Portici che stanno partecipando all’interno di Villa Fernandez (Via Diaz n 144) a Portici al Campo Scuola “Anch’io sono la Protezione Civile 2019” dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco in Congedo, organizzato  con il Patrocinio del Dipartimento della Protezione Civile e in collaborazione con la Regione Campania.
Il campo rappresenta un’esperienza unica per i ragazzi/e dai 10 ai 13 anni, con lo scopo di informare e sensibilizzare i giovani alle buone pratiche di Protezione Civile. “Saremo in attività fino al 5 luglio prossimo – spiega il presidente regionale dei pompieri in congedo, Luigi Arpenti – le attività si dividono in teoriche e pratiche e prevedono esercitazioni inerenti alle buone pratiche di spegnimento incendio, sicurezza in casa, sicurezze nelle strade e prevenzione e previsione di Protezione Civile”.
“Il nostro obiettivo – continua l’esperto presidente della delegazione di Portici, Ciro Di Pietro – è impegnare tutte le nostre risorse per trasmettere ai giovani la consapevolezza dei rischi. Il nostro è un territorio bellissimo e difficile al tempo stesso. Convivere con i rischi significa conoscerli e mettere in atto le azioni necessarie per ridurre la vulnerabilità individuale e collettiva. Questo è possibile solo a partire dalla preparazione dei più giovani”.
È appena il caso di ricordare che i ragazzi vengono addestrati sia teoricamente che praticamente da persone con esperienza nel campo il cui obiettivo è proprio quello di concorrere alla formazione dei cittadini del futuro.
Questo, in fondo, è il senso della manifestazione “Anch’io sono la Protezione Civile”. Dalla prima edizione ad oggi, il Progetto ha coinvolto, formato e informato tantissimi adolescenti tra i 10 e i 16 anni per renderli più consapevoli del ruolo attivo che possono svolgere all’interno delle comunità, a partire dai piccoli gesti di ogni giorno. Di qui la predisposizione di attività ludiche, ma anche di un fitto programma didattico dedicato alla conoscenza del Sistema di protezione civile e, in particolare, dei piani comunali di emergenza e del territorio. Tra gli obiettivi dei campi scuola “Anch’io sono la protezione civile” ci sono: incentivare la tutela del patrimonio boschivo e naturalistico, contribuire alla prevenzione dei rischi, favorire la conoscenza dei compiti del Servizio Nazionale, sensibilizzare i più giovani rispetto all’importanza dei piani di emergenza. I ragazzi di Portici, addestrati dai vigili del fuoco, avranno d’ora in poi una marcia in più…

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *