Napoli, con Caring 360° Compagni di viaggio si prende cura dei malati oncologici

Locandina Caring 360 definitiva (1)Si chiama “Caring 360°” il servizio di presa in carico globale dei malati oncologici lanciato e portato avanti con successo dall’associazione “Compagni di Viaggio Onlus”.  Quest’anno le prestazioni sono state ampliate fino a ricomprendere il servizio di terapia del dolore domiciliare; il servizio di nutrizione specializzata e lo Sportello di segretariato sociale oncologico per informare l’utente sulle agevolazioni previste dalla legge.

La malattia oncologica è sempre accompagnata da forti cambiamenti a livello emotivo, psicologico, relazionale e delle abitudini di vita dell’ammalato e della sua famiglia. Diversi studi evidenziano la necessità di un approccio globale alle neoplasie, che però non trova applicazione corretta in Italia, in cui la situazione resta precaria. Ciò è ancor più vero nel territorio di Napoli e provincia, le cui strutture sanitarie ospedaliere sono ancora ancorate al concetto di cura del sintomo/malattia, riducendo, di fatto, la persona a corpo da curare.

In tale contesto le strutture territoriali, istituzionali e non, offrono servizi frammentati, in una rete poco valorizzata che disorienta l’ammalato e i familiari, rendendo difficile l’accesso alle tutele giuridiche, alle cure e ai benefici economici previsti dall’ordinamento. Esiste un corto circuito tra l’assistenza ospedaliera e quella territoriale che amplifica del malessere dell’ammalato.

La persona con neoplasia, quindi, si ritrova improvvisamente a vivere un vero e proprio “dramma del corpo” che ha conseguenze importanti a livello psicologico, esistenziale e relazionale. Di qui il progetto dell’associazione “Compagni di Viaggio Onlus”, realizzato in sinergia con i medici dei reparti partner sul progetto “Servizio di Assistenza Psicologica Domiciliare per Malati Oncologici” (finanziato dai fondi dell’8 per mille della Chiesa valdese 2015). “L’obiettivo generale del progetto – spiegano le operatrici, coordinate dal presidente Fabrizio Capuano – è quello di creare un Servizio di Presa in Carico Globale del Malato Oncologico volto a migliorare la qualità della vita e a ridurre la sofferenza psicologica dei malati e delle loro famiglie implementando un’equipe multidisciplinare di professionisti che, agendo in modo coordinato con i medici dei reparti ospedalieri partner, prenderà in carico il paziente dal punto di vista psicologico, sociale e nutrizionale”.

Il progetto è svolto in partenariato con l’Uoc di Urologia Andrologica dell’A.O.U. Federico II di Napoli diretta dal professor Ciro Imbimbo, l’Uoc di Oncologia dell’A.O.R.N. Ospedali dei Colli (Monaldi – Cotugno – Cto) di Napoli diretta dal professor Vincenzo Montesarchio, l’Unità di Terapia Antalgica dell’Aou Policlinico Federico II, diretta dal professor Giuseppe Servillo e l’Uoc di Endocrinologia dell’Aou Policlinico Federico II, diretta dalla professoressa Annamaria Colao.

 

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *