Milena Tortora: sbloccare i progetti dimenticati nei cassetti

milena-tortoraCarmela Tortora detta Milena è uno dei volti nuovi su cui punta la lista che sostiene la candidatura a sindaco di Gerardo Grieco. Quarantaquattro anni, collaboratrice in ambito sanitario, l’esponente della società civile ha pensato bene di mettersi in gioco in prima persona per il bene della sua città. E dimostra di avere le idee molto chiare sul da farsi.

Perché ti sei candidata?

“La mia candidatura nasce in primis per la stima che nutro verso il nostro candidato sindaco Gerardo Grieco. L’altro aspetto fondante di tale scelta è l’entusiasmo che immetto in ogni cosa che svolgo, sia singolarmente, sia in ambiti più strettamente sociali. Di qui la decisione di rompere gli indugi e partecipare alla competizione elettorale”.

Quali saranno le tue priorità?

“A mio avviso c’è tanto da rifondare e da innovare. Credo che ciò che sia più urgente per la comunità sia il completamento della nuova ala del cimitero, senza dimenticare di sbloccare e dare inizio ai progetti urbanistici affossati nel corso degli anni. Mi riferisco alla bretella di collegamento di via casa Cirillo con via S. Staibano, a quella di via portone Chiesa col cimitero  (parallela di via Cap. G. Rea) ed alla realizzazione dell’ultimo tratto del prolungamento di via Vesuvio fino alla panoramica. Bisogna eliminare la fontana in piazza San Gennaro, riaprire via Matrone, senza che vi sia il pagamento di un pedaggio fino al cratere e creare occasioni di lavoro per i giovani”.

Cosa prometti agli elettori?

“Impegno e onestà”.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *