Boscotrecase, via all’operazione “Strade sicure” contro i lanciatori di sacchetti di immondizia

boscotrecase-vigili-di-latoL’hanno denominata “Strade sicure” ma non ha nulla a che vedere con l’invio dei militari dell’Esercito per contrastare lo strapotere della criminalità, comune ed organizzata, nelle aree “calde” della nostra bella e martoriata patria. Si tratta piuttosto di un’operazione di ripristino del decoro delle strade cittadine, grazie all’impegno dei vigili urbani. Nel giro di appena due giorni sono state elevate diverse multe nei confronti dei cosiddetti “lanciatori” di sacchetti di spazzatura e di quanti non rispettano le regole del conferimento.
Un fenomeno portato all’attenzione dell’opinione pubblica locale dal quotidiano locale Metropolis e che, grazie alla sensibilità del sindaco Pietro Carotenuto e dell’assessore all’igiene urbana, Francesco Monteleone, è destinato progressivamente ad attenuarsi. Da un paio di giorni, infatti, è attiva la task force della polizia locale per debellare questo comportamento non degno di un paese civile. Un servizio coordinato personalmente dalla comandante Maria Clotilde Liotto che, da ambientalista convinta, fin dalla sua nomina a responsabile dei “pizzardoni” boscotrecasesi, ha sempre profuso tutte le energie per rendere il comune più decoroso, partecipando in prima persona a diversi incontri con i bambini delle scuole per coinvolgere i più piccoli nell’opera di sensibilizzazione delle famiglie.
Alcuni sottufficiali in borghese, dopo l’orario di servizio, hanno pensato bene di monitorare le arterie maggiormente interessate da questo problema, tra cui via Giordano e via Rio, nel tentativo di sorprendere sul fatto chi si fa beffa delle norme comunali che disciplinano il conferimento dell’immondizia. I risultati finora ottenuti confermano la bontà della intuizione avuta dagli attuali inquilini del Palazzo di via Rio. “Ci dispiace per i cittadini che sono incappati nei controlli – afferma il vicesindaco Monteleone – ma dobbiamo lanciare un messaggio chiaro a tutti. Boscotrecase può e deve restare un comune all’avanguardia nel campo della raccolta differenziata. Ne va della nostra credibilità. Non possiamo fare passi indietro. Solo conferendo in maniera corretta e responsabile possiamo salvaguardare il nostro patrimonio ambientale e evitare che il nostro portafogli si svuoti. È necessario continuare su questa strada”.
Il sindaco Carotenuto ha espresso il proprio plauso agli uomini della polizia municipale: “Il controllo del territorio è fondamentale per portare avanti questa battaglia di civiltà. I nostri concittadini sanno bene quanto l’amministrazione abbia puntato sull’ambiente e sul tentativo di ridare slancio al turismo puntando su strade più pulite e sicure. Non possiamo tollerare che ci siano persone che, incuranti del danno all’immagine complessiva del paese, sversano i loro rifiuti senza alcun ritegno”.
Il servizio di pattugliamento in borghese è destinato a continuare, anche perché con l’innalzamento della temperatura diventa molto rischioso, anche dal punto di vista igienico – sanitario, tollerare la presenza di cumuli di rifiuti ai margini delle arterie cittadine.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *