Boscotrecase, il sindaco nuove assunzioni e la stabilizzazione degli lsu

 “Sono orgoglioso di poter annunciare ai cittadini che, dopo oltre trent’anni, il Comune di Boscotrecase tornerà ad assumere. E lo farà in maniera ordinata e coerente, senza che la macchina amministrativa ne risenta”. Il sindaco Pietro Carotenuto ha appena apposto la sua firma alla delibera del “fabbisogno del personale” che, in pratica, sancisce, da un lato, lo svecchiamento del personale dell’ente locale, dall’altro, stabilizza i lavoratori socialmente utili in servizio presso il Palazzo di via Rio. Il provvedimento è frutto di un lavoro iniziato circa un anno e mezzo fa, al quale hanno lavorato la segretaria generale Anna Teresa Ranieri, l’assessore al personale Agnese Federico e il primo cittadino.

Sindaco, con la delibera del fabbisogno di personale e con quelle ad essa collegate si apre un “ciclo”?

“Sì, ha ragione. Abbiamo lavorato tantissimo, anche perché, come ricorderà, la riorganizzazione della macchina comunale era il primo punto del nostro programma elettorale. A due anni e mezzo dall’insediamento posso dire che abbiamo mantenuto questa promessa. Mi piace ricordare che la delibera ha ottenuto il parere favorevole del revisore dei conti. È una delle poche che, prima dell’approvazione, viene trasmessa per una valutazione che si è  rivelata favorevole”.

Questo che cosa significa?

“Non è così scontato che quando ci sono dei pensionamenti devono seguire per forza le assunzioni. Bisogna vedere se l’ente è in grado di sostenere il peso delle nuove immissioni. Noi con una gestione oculata ed il risanamento dei conti pubblici abbiamo reso possibile questa eventualità”.

Ci spieghi meglio cosa accadrà di qui a poco

“Per il primo anno assumeremo una unità di categoria D nel settore attività produttive e tre C, una amministrativa, una contabile e un perito informatico che è fondamentale per la vita di una pubblica amministrazione anche alla luce delle nuove esigenze digitali. Queste misure incideranno sul bilancio 2018. Per il 2019 prevediamo di assumere un’altra D, due C per la polizia locale e altre tre C. Nel 2020 una D per il settore tecnico, 2 C  per i vigili e tre da destinare agli altri settori. Abbiamo fatto in modo che i pensionamenti e le assunzioni si incastrassero in maniera perfetta”.

Lei, però, si è spinto anche oltre. Prevedendo l’assunzione degli Lsu…

“Lo avevamo annunciato in campagna elettorale e lo abbiamo fatto. Del resto le unità che lavorano presso il comune questo traguardo se lo sono guadagnate sul campo, essendo sempre pronte ad intervenire per qualsiasi esigenza o necessità. Per raggiungere questo risultato abbiamo utilizzato una misura che la Regione mette a disposizione di tutti gli enti che impiegano lsu. Sui 25mila euro occorrenti per ogni stabilizzazione, poco meno di diecimila li metterà a disposizione la Regione. Noi abbiamo deciso di stabilizzare una unità all’anno a partire dal 2019. È una questione di giustizia sociale”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *