Boscotrecase, presto i vigili comunicheranno con un ripetitore Vhf

 Presto i vigili urbani potranno contare anche su un ripetitore Vhf per potenziare il loro apparato radio-ricetrasmittente. Con proprio provvedimento, infatti, la comandante dei “pizzardoni” boscotrecasesi, Maria Clotilde Liotto, ha disposto l’acquisto dell’importante strumento, dal momento che, alla luce della particolare morfologia del territorio, le sole radio non consentono comunicazioni efficaci tra gli agenti in servizio esterno ed i loro colleghi che prestano la loro attività negli uffici. L’ufficiale ha optato per l’affidamento diretto, senza procedure di evidenza pubblica, in quanto si tratta di importi inferiori ai 40mila euro. Non a caso, esaminate le offerte presenti sul catalogo Consip – Mepa la funzionaria ha preso atto che la fornitura di un ripetitore Vhf, completo di moduli, filtro, duplexer, alimentatore chassi, iva compresa, ammonta a poco più di mille euro. Copia dell’atto è stata trasmessa all’Ufficio di Ragioneria per quanto di competenza. A norma dell’art.151 c.4 del D.Lgs. 267/2000, il provvedimento diventa esecutivo con l’apposizione del visto attestante la copertura finanziaria. Le telecomunicazioni sono una parte importante di numerose società moderne. L’esistenza di una buona infrastruttura di telecomunicazioni è largamente riconosciuta come una parte fondamentale di ogni organizzazione. Avere un proprio sistema di comunicazione permette di essere indipendenti da altri sistemi di comunicazione (PSTN, reti cellulari commerciali, etc.) che potrebbero non essere disponibili in situazioni di emergenza. Ciò vale, a maggior ragione per gli agenti della polizia municipale, che, in quanto polizia di prossimità, in genere sono i primi ad intervenire in caso di calamità o di rischio alla popolazione. Ecco perché il ripetitore Vhf è fondamentale ai fini dell’espletamento dell’attività nel caso in cui bisogna prestare soccorso in zone particolarmente impervie. Bene ha fatto, dunque, la comandante ad attivarsi per tempo dotando i propri colleghi di un ulteriore strumento, utile anche a tutelare la loro incolumità nel caso di aggressione, violenza e/o resistenza a pubblico ufficiale. Con il ripetitore, infatti, il segnale sarà in grado di coprire tuto l’arco del territorio comunale con buona pace di quanti sperano che le sentinelle del territorio, pur con tutti i loro limiti, non siano dotate degli strumenti necessari a condurre la guerra alla cementificazione selvaggio ed all’emergenza dello sversamento incontrollato dei rifiuti…

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *