comune-da-lontano-2

Boscotrecase, Piazza Pulita replica al sindaco: …da quale pulpito…

comune-da-lontano-2Dal Gruppo consiliare Piazza Pulita riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Finalmente, dopo 14 mesi, il sindaco ci fa il piacere di rispondere, anche se con un certo nervosismo.
Avremmo preferito ricevere una risposta ufficiale, ma ci ‘accontentiamo’ dell’intervista, poiché a tutte le nostre richieste ha fatto seguito solo il silenzio, da parte sua.
Sulla nostra assenza all’ultimo consiglio, chiariamo di aver fatto richiesta di annullamento dello stesso perché ne riteniamo illegittima la convocazione. Il sindaco dice che non è cosi, e “non si può far passare per verità assoluta un semplice punto di vista”… appunto.
Anche il suo è un punto di vista.
La palla passa al Prefetto, alla quale abbiamo inoltrato la medesima istanza con protocollo ufficiale, e non a mezzo Facebook.
A tal proposito, invitiamo il sindaco a risparmiarci le fantasiose analisi semantiche su termini presenti nei post ma NON nei documenti ufficiali.
E comunque, la natura “straordinaria” del consiglio, coincide in maniera curiosa con l’imminenza delle vacanze estive…
La collaborazione…
qui il discorso sarebbe molto lungo, ma se si intende dover dire di sì a prescindere…
Respingiamo le accuse di latitanza, basta controllare la percentuale di presenza dei consiglieri di PiazzaPulita in tutte le commissioni.
Poi un piccolo promemoria di un anno ricco di soddisfazioni, cercheremo di toccare alcuni argomenti:
– non aver toccato neanche minimamente la pianta organica, nonostante l’opportunità dello scandalo dello scorso anno. Era stato segnalato come problema urgente da risolvere…forse intendevano “non così urgente”;
– aver sospeso la protezione civile perché incapaci di trovare un accordo sul coordinatore. Dopo due mesi (un’enormità in un territorio a rischio come il nostro) la ricostituiscono e la lasciano sette mesi senza coordinatore, per poi nominarlo in fretta e furia poco prima dell’emergenza Vesuvio 2.0. Prevenire è meglio che curare, no?;
– forse durante gli incendi ci avrebbero potuto far comodo le guardie ambientali. Noi il regolamento, in pieno spirito collaborativo, lo abbiamo votato. Stiamo ancora aspettando che vengano istituite;
– aver lasciato completamente all’oscuro di tutto la popolazione durante le drammatiche ore in cui le fiamme hanno arso il Vesuvio. Al numero della protezione civile non rispondeva nessuno, nonostante le promesse fatte, e non c’è stata nessuna comunicazione ufficiale da cui attingere notizie. 3 bollettini sono stati pubblicati sul profilo Facebook privato del sindaco, stop. Ma ovviamente la colpa è di chi non ha la fortuna di godere dell’amicizia virtuale del nostro primo cittadino;
– non aver mai fatto partire il forum dei giovani. Quando si è giovani fuori e vecchi dentro…;
– aver votato un regolamento per far partire il centro ricreativo per anziani, nonostante la nostra richiesta di dedicarlo ai giovani del nostro paese. Stiamo aspettando ancora il bando;
– essere passati dal 63% di raccolta differenziata durante il commissariamento al 48% del mese di aprile 2017 (dati mysir.it);
– non aver mai spinto affinché carte e documenti da noi richiesti ci venissero consegnati in tempi minimamente accettabili. Alcuni li aspettiamo da oltre un anno. La collaborazione a targhe alterne;
– la richiesta da parte di PP, in commissione, per lo streaming del Consiglio Comunale, la quale non è stata accolta se non “accennata” nel regolamento redatto nella suddetta commissione insieme alla maggioranza.
Sulla pagina facebook di Pp non troverà nulla che parla di finanziamenti o iniziative di questa amministrazione, ma non perchè siamo marionette nelle mani di qualcuno (ricordiamo a tutti che non siamo noi quelli che hanno i “grandi politici” a manovrare i fili) ma semplicemente perchè troppo spesso le notizie le apprendiamo quando il Sindaco, o chi per lui, le pubblicizza (e questa è la collaborazione…).
Troviamo inoltre fuori luogo ed anche molto scorretto non fare nomi quando si lanciano accuse su chi detta la linea del gruppo, mentre invece si fanno, eccome, quando c’è l’intento di mettere zizzania.
Il consigliere Alfredo Izzo agisce per PiazzaPulita nell’interesse del paese e sa quanto noi apprezziamo il lavoro svolto sin qui.
A PiazzaPulita il merito di aver avuto la lungimiranza di averlo in squadra. Ad Alfredo, a nome del gruppo, grazie.

 

Errata corrige: per mero errore abbiamo attribuito la paternità del documento al presidente Izzo. In realtà si tratta di una nota dell’intero Gruppo consiliare. Ci scusiamo per aver creato involontariamente un po’ di confusione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *