Boscotrecase: parità di genere, il Comune vara il piano triennale

boscotrecase-vigili-autoIl Comune di Boscotrecase conferma il proprio impegno nella direzione dell’assoluta parità di genere tra i propri dipendenti. La giunta municipale, infatti, ha appena approvato il piano triennale di “azioni positive” per il triennio 2018/2020. Si tratta, per utilizzare il lessico del decreto legislativo 198/2006, di quegli interventi finalizzati a “favorire l’occupazione femminile e realizzare l’uguaglianza sostanziale tra uomini e donne nel lavoro” e “rimuovere gli ostacoli che di fatto impediscono la realizzazione di pari opportunità”. Il piano, fortemente voluto dal sindaco Pietro Carotenuto – tra i più accaniti sostenitori del Centro di ascolto e di anti violenza “Ti Ascolto” dell’ Associazione “La Fenice Vulcanica”, ospitato nei locali che un tempo era di uso esclusivo della protezione civile, – si propone di garantire il mantenimento dell’attuale equilibrio occupazionale tra uomini e donne nei ruoli di rilievo; favorire politiche di conciliazione tra lavoro professionale e lavoro familiare; garantire alle donne pari opportunità nello sviluppo della propria carriera professionale.

Ad onor del vero a Boscotrecase la situazione non presenta particolari criticità. L’organico del comune vede una discreta presenza femminile: per questo è necessaria, nella gestione del personale, un’attenzione particolare e l’attivazione di strumenti per promuovere le reali pari opportunità come fatto significativo di rilevanza strategica. Per quanto riguarda progressioni di carriera, formazione e condizioni di lavoro è garantita la parità di trattamento tra uomini e donne e non si è registrato nessun episodio di discriminazione. Inoltre, non vi è nessuna possibilità che si privilegi nella selezione l’uno o l’atro sesso, dal momento che vi è l’impegno, attraverso il documento appena varato, di motivare adeguatamente l’eventuale scelta maschile in caso di analoga qualificazione e preparazione professionale. L’amministrazione si è impegnata a predisporre riunioni di settore con ciascun Responsabile “al fine di monitorare la situazione del personale e proporre iniziative formative specifiche in base alle effettive esigenze, da vagliare successivamente in sede di Comitato Operativo”. Insomma a Boscotrecase la parità è una priorità dell’amministrazione. Non è un caso se la relativa delega è stata assegnata alla consigliera Maria Sella, molto impegnata nel settore anche nell’espletamento della sua professione di avvocato penalista.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *