locandina

Boscotrecase, il “miracolo” del presepe vivente interparrocchiale

locandinaSi prospetta una Epifania straordinaria per i fedeli boscotrecasesi. Per la prima volta, infatti, le parrocchie dei tre quartieri del paese (Sant’Anna, – “Oratorio” “Annunziatella” e “Torretta”) hanno organizzato un unico Presepe vivente. Quello che potrebbe sembrare un evento ordinario equivale, con le debite proporzioni, alla caduta del muro immaginario che ha diviso i rioni fino ad ora. Ci sono voluti decenni e nuove generazioni di sacerdoti, purtroppo non autoctoni (i preti boscotrecasesi si stanno facendo onore nella vicina Torre Annunziata e nel Lazio) per arrivare a questo traguardo storico. L’appuntamento è per domani e dopodomani in piazza Matteotti (l’ex stazione della Circumvesuviana). Il comitato civico ha messo a disposizione la struttura per la capanna. Saranno coinvolti i bambini del catechismo, i quali daranno vita ad un coro e tutti gli operatori pastorali. Bene ha fatto il sindaco Pietro Carotenuto a concedere il patrocinio. I cittadini hanno dimostrato di essere abbastanza maturi per superare gli steccati del passato. Il presepe vivente è l’occasione giusta per iniziare un nuovo cammino di inclusione. Domani e dopodomani si comincia alle 18. Ci sarà anche possibilità di degustare i manicaretti preparati dalle mamme delle parrocchie. Un’occasione in più per visitare il presepe della ritrovata unità e sognare il ritorno di Boscotrecase ai fasti di un tempo. Il paese che ha dato i Natali al Cardinale Prisco lo merita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *