Boscotrecase, l’ex assessore Solimeno: cambiamo questo paese

 

di Aniello Solimeno (*)

solimenoEssere Assessore ai lavori pubblici è stata un’esperienza fantastica, in cui ho dedicato anima e corpo ed ora, è il momento di dare ancora di più in qualità di consigliere comunale delegato perché alle elezioni amministrative del 2016, 537 cittadini hanno creduto in me, permettendomi di essere il consigliere più votato e non posso e non voglio deluderli. Ringrazio il Sindaco per la fiducia, per avermi affidato il settore più affascinante ma anche più difficile per le condizioni pietose in cui versava. Pochissime le progettualità già esistenti e zero finanziamenti in corso. In due anni e mezzo è stato fatto un miracolo e ringrazio i membri dell’utc per il grande lavoro svolto ed il consigliere Izzo, per la fattiva e concreta collaborazione. Tante cose fatte e tante progettualità realizzate. Dall’inaugurazione della Casa dell’acqua  all’apertura dello Sportello Amico Gori. Fin dall’inizio, è stata avviata la pulizia delle condotte fognarie e delle caditoie e la realizzazione, in sinergia con la società GORI, di nuovi tratti fognari come in Via Desiderio, Via Nino Bixio, Via Pucillo, Traversa Pucillo e via Nazionale, dove è stata finalmente eliminata quella fogna a cielo aperto che persisteva da decenni. Sono già in programma altre estensioni della rete fognaria su Via Matrone, Via Carlo Alberto, Via Rivo Carotenuto,Via Mortaio/Prolungamento Via Calabrese e l’attivazione delle griglie su Via cola e Via Sepolcri. Siamo riusciti a far sostituire la tubazione sottostante il ponte di Via Rio e risolto i problemi di pressione bassa che soffrivano i cittadini di via Chiesa Vecchia, Via Carotenuto e Via Nazionale. Contestualmente è stata avviata  una grande campagna di sensibilizzazione, invitando i cittadini ad allacciarsi regolarmente in fogna. Infine ho proposto in giunta e siamo in attesa di finanziamento, un progetto di oltre 2 milioni di euro per realizzare la fogna su Via Ugo Foscolo e portare l’acqua su Via Vicinale Cancellera e Via Fruscio. In questo arco temporale inoltre, abbiamo portato in gara due grandi progetti che prevedono complessivamente il rifacimento del manto stradale di oltre 40 strade, la realizzazione di tratti fognari, il restyling di Piazza Annunziatella e di Piazza Municipio ed infine il taglio dei marciapiedi in Via Cardinal Prisco e Via Garibaldi. A breve partiranno i primi lavori. Si è fatto un gran lavoro per il recupero di economie di vecchi mutui contratti dal comune, con le quali saranno realizzate sei opere pubbliche: la rotonda all’uscita dell’ospedale su Via Cola, il restyling dell’area ospedaliera esterna, l’ampliamento dell’impianto di pubblica illuminazione su Via Carola, Via Fruscio e Via Luigi Settembrini, la riqualificazione del largo carceri, il restyling  di Piazza Casavitelli e di Piazza Matteotti. Da ricordare che in ogni piazza è prevista l’installazione di giostrine. Abbiamo ottenuto importanti finanziamenti come il fondo di rotazione per la progettazione  di impianti di produzione di energia rinnovabile ed interventi di efficientamento energetico a servizio della casa comunale e del plesso scolastico scuola media Prisco. Finanziati anche 20 mila euro dalla Regione Campania che consentiranno di realizzare indagini e studi di microzonazione sismica. Infine, siamo in attesa di finanziamento per la progettazione di un ulteriore progetto che proposi alla giunta relativo all’allargamento di Via Calabrese. Non meno importanti sono state le indagini strutturali e non  sui nostri edifici scolastici, la creazione di una short list per professionisti, il gran lavoro svolto per arrivare alla stabilizzazione degli LSU, l’installazione a partire dal 2016 delle luci natalizie in tutto il paese e non solo nelle tre piazze e nei tre corsi principali come previsto dalla passata amministrazione ed infine il nuovo Regolamento che disciplina gli interventi sul suolo pubblico, lavoro condiviso con i colleghi consiglieri in seconda commissione. Chi interviene sul nostro suolo pubblico dovrà ripristinare lo stato dei luoghi così come da regolamento. Insieme all’ex Assessore all’Urbanistica, abbiamo proposto alla giunta anche il nuovo progetto per il restyling di Piazza  Sant’Anna e poco prima delle mie dimissioni, il governo ha introdotto, con la Legge di Bilancio, un contributo di 100mila euro per i comuni fino a 20mila abitanti e con il Sindaco abbiamo deciso di destinare tali risorse sulla messa in sicurezza delle scale di emergenza delle due scuole, a dimostrazione della grande attenzione posta sulla sicurezza dei nostri bambini. Io lavoro per migliorare il mio paese da sempre, indipendentemente della carica istituzionale, lo facevo da semplice cittadino, l’ho fatto  da consigliere di minoranza, da  Assessore ed ora da consigliere delegato e per quanto mi riguarda Pietro Carotenuto sarà il mio candidato a sindaco anche alle prossime elezioni ed il mio rapporto con il neo assessore Lina Sorrentino è più forte che mai, siamo un gruppo solido e compatto. A lei va il mio più grande in bocca al lupo ed il mio totale sostegno. Il sindaco mi ha dimostrato nuovamente la sua fiducia affidandomi deleghe importantissime: coordinamento grandi progetti per la manutenzione del patrimonio pubblico, sistema idrico fognario e rapporti con Gori, pubblica illuminazione e politiche energetiche, Grande Progetto Pompei e Piano Strategico Metropolitano, deleghe che mi permetteranno di portare a termine tutti i progetti avviati in stretta collaborazione con il neo assessore e di collaborare sulle progettualità future, infatti già stiamo lavorando su di un progetto che prevede la riapertura di Via Cantinelle, in attesa di inserirlo poi nella prima misura utile. In virtù della delega al Piano Strategico Metropolitano, che consiste in un grande progetto di circa 430 milioni di euro che dovrà rilanciare lo sviluppo del territorio  e disegnare la nuova Città metropolitana di Napoli, abbiamo deciso di proporre oltre ai progetti di restyling di Piazza Sant’Anna e dell’Area mercatale, altre due importanti progettualità che prevedono la realizzazione di una villetta comunale nell’area dell’ex asilo nido di Via Pastrengo, una vera e propria area giochi pubblica, e la realizzazione di una nuova arteria, lungo i binari della ex Circumvesuviana, che collegherà via Promiscua a via Cardinal Prisco. Nell’ambito del Grande Progetto Pompei, noi presentammo cinque progettualità, per le quali ci auguriamo di vedere l’inizio dei lavori il prima possibile. Esse comprendono l’allargamento di Via Calabrese, La riqualificazione di Piazza S. Anna, il potenziamento e la riqualificazione dell’Area del mercato ortofrutticolo con la creazione di una “galleria commerciale”, atta all’esposizione ed alla vendita dei prodotti tipici e di un’area di sosta per i bus turistici ed infine la realizzazione di un’Area attrezzata in via Cifelli, quale nodo di interscambio e sosta dei veicoli ecologici per il  Vesuvio, con la creazione di strutture idonee all’accoglienza dei turisti ed infine la Riqualificazione urbana dell’area ex IACP- Piano di Zona  “CASA RAIOLA”, con la demolizione delle attuali strutture e la realizzazione di un parco pubblico. Questi sono progetti che permetteranno al nostro paese di cambiare finalmente pagina, in ottica turistica, puntando soprattutto sui prodotti tipici locali e sfruttando il Vesuvio. Il compito della politica è rendere il paese vivibile ed accogliente sia ai residenti che lo vivono quotidianamente, sia agli imprenditori che investono a Boscotrecase e sia ai turisti che, dati alla mano, sono sempre più numerosi nel nostro meraviglioso paese. Abbiamo chiesto tanta pazienza ai cittadini in questi primi anni di amministrazione, anni in cui abbiamo dovuto recuperare fondi e realizzare progetti, ora finalmente è arrivata l’ora di raccogliere i frutti. Siamo pronti, l’attesa è finita. Cambiamo questo paese.

(*) Già assessore ai lavori pubblici del Comune di Boscotrecase

One Comment

Rispondi a Alina Cozzolino Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *