Boscotrecase, il caso delle strisce pedonali sbagliate su Facebook

Fedele alla sua indole il consigliere comunale Alfredo Izzo non manca di sottolineare le cose che a suo giudizio non vanno nell’amministrazione del paese attraverso l’arma dell’ironia.

L’ultimo episodio della serie è avvenuto qualche giorno fa, quando il giovane esponente politico – chiamato ad assumere la presidenza della terza commissione – ha pubblicato sul suo profilo Facebook in cui si vede un tratto di strada nel rio e Torretta con le strisce pedonali dipinte in maniera poco ortodossa.

“Goliardica interpretazione nostrana sulla segnaletica orizzontale delle strade del mio paese – scrive l’ingegnere con la passione del ciclismo – all’autore  del dipinto “acrilico su bitume” (e agli addetti ai controlli) sarà sfuggito che essa segnaletica va realizzata in conformità al D.L. 285/92 e D.P.R. 495/92 e D.P.R 610/96 in quanto potente strumento per la sicurezza stradale di tutti gli utenti, oltre a fornire informazioni utili alla viabilità. Sulla sicurezza della collettività non è consentito scherzare né distrarsi. I preposti prendano atto dello stato di fatto e predispongano le correzioni di rito nel rispetto della regola dell’arte e, soprattutto, delle leggi. Mi aspetto un intervento celere”.

Questa la segnalazione attraverso i social all’amministrazione comunale che utilizza molto i nuovi strumenti e la tecnologia per raggiungere i cittadini. La frecciatina è comunque andata a buon fine, perché nel giro di qualche ora le strisce pedonali realizzate in maniera errata sono state prontamente rimosse dalla squadra di manutenzione del comune di Boscotrecase.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *