Boscotrecase, Festa di Sant’Anna nel ricordo delle vittime di Torre Annunziata

santannaSarà una festa patronale all’insegna della solidarietà e della partecipazione alle grandi tragedie che, nell’ultimo periodo, hanno colpito il territorio vesuviano.

La prima Messa della Solennità di Sant’Anna (il 26 luglio), alla quale tradizionalmente partecipa una folta schiera di devoti provenienti dalla vicina Torre Annunziata, sarà dedicata alle vittime del crollo su via Rampa Nunziante che ha segnato profondamente l’opinione pubblica. “Un piccolo gesto – spiega il parroco don Rosario Petrullo – che ci è sembrato doveroso, quale segno della nostra partecipazione al dolore delle famiglie”.

Questa l’impronta che il giovane sacerdote originario di San Giovanni a Teduccio ed i componenti del Comitato Festeggiamenti di Sant’Anna, in stretta sinergia con il Comune di Boscotrecase, hanno voluto dare alla kermesse. Domani alle ore 19 il vescovo ausiliare, monsignor Gennaro Acampa celebrerà una Messa con la presenza di tutti i parroci di Boscotrecase.

Martedì 25, alle ore 18,45, ci sarà il tradizionale omaggio florale del sindaco a Sant’Anna, il secondo da quando il giovane Pietro Carotenuto si è aggiudicato la fascia tricolore. A seguire don Rosario Petrullo celebrerà una Messa incentrata sul concetto di bene comune con la partecipazione dei membri della Giunta e del Consiglio comunale. Un’occasione, dunque, da non perdere che ci si augura diventi foriera di tante conversioni alla causa della giustizia sociale e dell’equità.

Sabato 29 e domenica 30, nel pomeriggio, sono previste la processione parrocchiale e quella cittadina, con il gonfalone del Comune, le autorità ecclesiastiche con l’Ordine Francescano Secolare (i “terziari” indosseranno per la prima volta un foulard realizzato appositamente con una immagine stilizzata di San Francesco d’Assisi, realizzata da Flavio De Vivo), le forze dell’ordine in uniforme di gala. Entrambi gli appuntamenti vedranno impegnata la Banda Musicale Maria SS. Liberatrice dai flagelli di Boscoreale.

Per quanto riguarda gli appuntamenti “profani” l’attenzione di tutti è rivolta al Concerto di Gigione in programma il 31 luglio prossimo in piazza Sant’Anna.

In vista dell’arrivo di numerosi fan il Comune di Boscotrecase, in collaborazione con la Parrocchia Sant’Anna, a  seguito di un’apposita conferenza di servizi – con tanto di verbale, cui hanno preso parte anche il comandante interinale della Stazione Carabinieri di Trecase, la coordinatrice della protezione civile, Rosaria Vitulano e la comandante della polizia municipale, Maria Clotilde Liotto – hanno previsto un dispositivo di sicurezza in grande stile.

Piazza Sant’Anna diventerà fino alla fine della kermesse musicale isola pedonale e saranno chiuse tutte le strade di accesso all’unica agorà del Paese, con la possibilità, solo per i residenti, di utilizzare alcune strade indicate nell’apposita ordinanza emessa dalla comandante dei vigili per allontanarsi dal centro.

Chiunque volesse raggiungere in auto o in autobus Boscotrecase per partecipare al Concerto deve obbligatoriamente parcheggiare nell’apposita area di sosta creata all’interno dell’area mercatale di via Nazionale.

Lungo i vari punti di accesso al paese saranno collocati appositi cartelli con le indicazioni su come raggiungere la piazza. La Parrocchia istituirà per l’occasione un gruppo di volontari, muniti di pettorina gialla, con il compito di dare indicazioni e informazioni sul percorso da seguire.

A vigilare sull’ordine pubblico saranno, ovviamente, i carabinieri di Trecase, ai quali si aggiungeranno i loro colleghi del Battaglione Campania.

Vigili urbani e volontari della protezione civile di Boscotrecase presidieranno le strade. Probabilmente a dar man forte agli operatori locali, arriveranno due squadre di volontari del Gruppo  Volontari di Protezione civile del Comune di Trecase. Ma su questo aspetto il sindaco Pietro Carotenuto si è riservato di contattare il suo collega Raffaele De Luca.

In piazza durante il concerto non ci saranno bancarelle, né ambulanti per motivi di ordine pubblico. E sarà vietata la vendita di alcolici in bottiglie di vetro. In contemporanea al Concerto sarà possibile gustare “il Cuoppo”, ossia frittura di pesce pescato in giornata a cura della Pescheria “La Rosa dei Venti”.

Martedì 1 agosto in piazza Municipio ci sarà l’estrazione della Lotteria di Sant’Anna, unica forma di sovvenzionamento della festa, e la 19 edizione della “Paninata” con assaggio di dolci, leccornie e altre prodotti realizzati dalle massaie boscotrecasesi devote di Sant’Anna. La serata sarà allietata dai canti popolari del Gruppo “Zi Riccardo e le donne della Tammorra”. Alle 23.30, a cura del Comune di Boscotrecase, ci sarà uno spettacolo di fuochi di artificio piro-musicali, con tante luci e colori ma senza polvere da sparo. Si tratta di una novità assoluta di questa edizione della Festa.

“Nel corso delle varie celebrazioni – aggiunge don Rosario – richiamerò l’attenzione di tutti i fedeli sul rispetto dell’ambiente, specie in questo periodo caratterizzato dagli incendi che hanno distrutto la pineta vesuviana. Si tratta di un tema molto caro ai boscotrecasesi, anche in virtù della presenza, nel seno della Parrocchia, di una Fraternità dell’Ordine Francescano Secolare molto attiva nella promozione dei contenuti della Enciclica “Laudato si’ sulla cura della casa comune”.

“Quest’anno – afferma l’avvocato Antonio Pollioso, consigliere comunale di Boscotrecase, delegato di Grandi Eventi – la Festa si svolgerà con la piena partnership dell’amministrazione comunale che è impegnata con tutte le proprie forze e risorse per far sì che tutto riesca nel migliore dei modi, sia attraverso la predisposizione di un imponente servizio di ordine e di vigilanza, sia assicurando la pulizia e il decoro di tutto il paese. Abbiamo scelto di assistere e di lavorare fianco a fianco con il Comitato Festeggiamenti, affinché i componenti di questo organismo si sentissero accompagnati e supportati da un’amministrazione che, con coraggio e determinazione, ha scelto di essere presente in ogni momento. La scelta dei fuochi d’artificio piro-musicali rappresenta una novità assoluta ed è frutto di una ben precisa opzione a favore della sicurezza e della tutela dell’ambiente”.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *