Boscotrecase, domani alunni e volontari ripuliranno dai rifiuti la zona del Fruscio

raia“Non temerli. Raccoglili”. Questo il titolo della edizione boscotrecasese di “Puliamo il mondo”. L’appuntamento è per domani, venerdì 26 ottobre, a partire dalle ore 9.30 in via Rio, località Fruscio, all’altezza delle lave del 1906. Con il patrocinio ed il supporto logistico del Comune di Boscotrecase e la partecipazione degli istituti scolastici del paese i volontari provvederanno alla pulizia ed alla riqualificazione di aree e percorsi naturalistici e di interesse vulcanologico. L’iniziativa è a cura di Zero Wast Campania, Rete Comitati vesuviani, Legambiente Circolo “Mimmo Beneventano”, Federconsumatori, Let’s do It, Libera e Comitato Cittadino di Boscotrecase. I rifiuti abbandonati – si legge nella locandina dell’evento – sono un pericolo per le persone e per l’ambiente. Unisciti a noi e saranno loro a temerci”. La mobilitazione in località “Fruscio”, a circa un chilometro in linea d’aria dal palazzo che ospita gli uffici della municipalità vesuviana guidata dal sindaco Pietro Carotenuto, è stata annunciata nel corso della terza edizione della “Marcia per la salvaguardia” del creato che si è svolta a Boscotrecase il 4 ottobre scorso, in occasione della Giornata di riflessione ambientale promossa dall’Ordine Francescano Secolare del territorio. In quella circostanza, davanti ad un’attenta platea composta dagli alunni delle classi quinte dell’Istituto comprensivo di Boscotrecase, accompagnati dalla dirigente scolastica Carmela Sorrentino e dalle insegnanti, Pasquale Raia, storico dirigente di Legambiente, nonché componente del Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, lanciò l’idea, sottolineando quanto sia suggestivo sostare in silenzio in presenza delle lave del 1906. Una iniziava accolta di buon grado dal vicesindaco Francesco Monteleone, titolare della delega all’igiene urbana, il quale, già nella circostanza, fece sapere di essere molto interessato. I successivi contatti tra Legambiente ed il Comune di Boscotrecase hanno portato all’allestimento della giornata. In campo ci saranno, ovviamente, le scolaresche del territorio, ma anche esponenti del mondo della politica, del volontariato sia laico che cattolico e semplici cittadini ai quali sta molto a cuore la sorte dello straordinario patrimonio ambientale vesuviano. Con tanta buona volontà e, come di suo dire, olio di gomito la zona tornerà al suo antico splendore. L’amministrazione comunale, attraverso la società che gestisce il servizio, assicurerà la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti nel rispetto delle leggi e dell’ambiente.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *