Boscotrecase, alberi sradicati dal vento: paura in località “Cifelli”

alberi-via-cifelli Il forte vento ha creato non pochi problemi alla circolazione veicolare. In località Cifelli alcuni alberi sono caduti sulla sede stradale. Per fortuna non ci sono stati danni a persone o a cose. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale che hanno che hanno messo in sicurezza l’area. In azione il capitano Francesco di Palma è il luogotenente scelto Girolamo Calvanese che sono rimasti alcune ore fino a quando gli addetti della squadra di manutenzione del comune non hanno rimosso il materiale.  Un conseguenza presenza degli arbusti è stato necessario ridurre la carreggiata, costringendo le auto a procedere con maggiore attenzione.

L’accaduto dimostra come sia stato tempestivo ed appropriato l’intervento del primo cittadino Pietro Carotenuto, il quale, proprio su sollecitazione del comando dei vigili urbani, ha emesso una ordinanza contingibile e d’urgenza per indurre i proprietari di un tratto di pineta che insiste su via Cifelli a mettere in sicurezza i numerosi pini e alberi di alto fusto coinvolti negli incendi dell’estate 2017 che rischiano di cadere da un momento all’altro. Il tutto in considerazione del fatto che, sebbene di proprietà privata, la pineta è aperta e, dunque, vi possono transitare escursionisti, ciclisti e visitatori del Parco Nazionale del Vesuvio.

È bene, comunque, chiarire, a scanso di equivoci che non si tratta dello stesso tratto di strada: quello di ieri mattina, dunque, è un caso autonomo. Il provvedimento si è reso necessario in quanto si tratta di dover affrontare situazioni di carattere eccezionale, costituenti “concreta minaccia per la pubblica incolumità, per le quali si è impossibilitati ad utilizzare i normali mezzi apprestati dall’ordinamento giudico, come sostenuto dalla sezione V del Consiglio di Stato nella celebre sentenza del 20 febbraio 2012 numero 904. L’ordinanza avverte i proprietari che “le operazioni dovranno essere eseguite usando particolare cura, in modo che nella caduta non provochino danni a persone o a cose. Il materiale vegetale, i tronchi e i rami non potranno né essere accatastate, né occupare la sede viaria e/o aree pubbliche”. Viene anche precisato che è fatto obbligo, durante la effettuazione dei lavori, di procedere alla installazione della relativa segnaletica e di acquisire dagli enti preposti ogni autorizzazione e nulla osta necessario alla realizzazione dell’intervento. L’amministrazione comunale, previa ingiunzione, si è riservata di dare luogo alla esecuzione delle opere d’ufficio a spese degli obbligati, nella eventualità in cui non fossero eseguite, “fatta salva ogni azione penale al riguardo”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *