Sabato e domenica il secondo raduno zampognaro a Boscotrecase

Tutto pronto per il secondo raduno zampognaro all’Altare di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori in programma sabato 30 e domenica 1 ottobre. La manifestazione, nata da un’idea dell’avvocato Antonio Giordano (nella foto insieme al Maestro Antonio Catapano), è organizzata dalla Pro Loco di Boscotrecase e dagli Zampognari del Vesuvio con il patrocinio del Comune.

Secondo la nota diffusa da Vincenzo Marasco, cultore di storia della cultura popolare e colonna portante delle due associazioni promotrici, sabato nell’aula consiliare alle ore 18 si svolgerà il convegno “Identità, conservazione e trasmissione: un’esperienza di ricerca nella musica di tradizione orale del mondo contadino” a cura di Felice Cutolo. Intervengono il sindaco di Boscotrecase, Pietro Carotenuto, l’antropologo Fabio Birotti e il musicista Antonio Giordano della Compagnia Daltrocanto).

Domenica 1 ottobre, a partire dalle ore 9, in piazza Municipio è previsto l’arrivo degli zampognari. A seguire la sfilata fino alla Chiesa dell’Ave Gratia Plena, quindi la Messa e l’omaggio musicale degli zampognari all’altare di Sant’Alfonso  con benedizione degli strumenti musicali e dei musicisti. Alle 17 suoni in libertà in largo Municipio.

Trecase, anche Giuseppe Villano nel Pd in quota Casillo

villani

villaniIl Pd di Trecase si arricchisce di una nuova pedina nello scacchiere del consiglio comunale di Trecase. Dopo l’adesione di Gerardo Grieco, ecco l’annuncio dell’ingresso di Giuseppe Villano, giovane ma già esperto avvocato prestato alla politica.

Villani, come il suo predecessore, è entrato a far parte della folta corrente che fa capo al presidente del gruppo regionale, Mario Casillo. È stato il diretto interessato, reduce dalla vittoria della Coppa Italia come portiere della squadra di calcio degli avvocati di Torre Annunziata, a spiegare in esclusiva a Pagine Vesuviane le ragioni della sua nuova collocazione politica…
Consigliere Villano: come mai questo ingresso nel Pd?
Ho aderito al Partito Democratico nell’area del presidente Mario Casillo, alla stregua del collega Gerardo Grieco, perché il nostro intento è quello di creare un’area politica di centrosinistra che diventi centro di attrazione per le forze che vorranno condividere il nostro programma alle prossime elezioni.
Insomma già pensate alle elezioni?
A noi stanno a cuore le sorti della città di Trecase. Il che significa che dobbiamo lavorare, come stiamo facendo, per far sì che l’attuale classe dirigente venga esonerata da questo compito, dal momento che non è stata all’altezza della situazione, venendo meno agli impegni assunti con i cittadini.
Dal punto di vista pratico cosa accadrà adesso?
Abbiamo formato un gruppo compatto di opposizione targata Pd. Continueremo a svolgere il nostro ruolo di minoranza, potendo contare anche sul supporto del collega Vincenzo Tortora, il quale, pur non essendo del Pd, resterà accanto a noi per condurre la battaglia politica che abbiamo intrapreso nei confronti dell’attuale sindaco e di chi ha scelto di sostenerlo. In pratica vogliamo costruire un’alternativa a sinistra a questo governo locale.

Boscotrecase, lo stadio sarà campo di allenamento per il torneo di rugby delle Universiadi

img_20170921_182155_resized_20170922_071313703Lo stadio di Boscotrecase è stato selezione come uno dei quattro campi di allenamento del torneo internazionale di rugby delle Universiadi. Il che significa che nazionali del calibro della Nuova Zelanda e della Francia arriveranno ai piedi del Vesuvio per prepararsi alle gare ufficiali di Napoli. Lo ha annunciato Pasquale De Dilectis, presidente della Amatori Torre del Greco, la società di rugby alla quale è stata affidata,dietro regolare bando s’intende, la gestione del campo sportivo di e che si appresta ad iniziare i campionati agonistici.  Di qui l’indizione di una conferenza stampa al comune che è servita a fare il punto delle varie iniziative a sfondo sociale che l’organizzazione di Torre del Greco ha promosso al fine di integrarsi sempre di più con la realtà territoriale.

Il coinvolgimento nelle Universiadi farà sì che arriveranno anche dei fondi che, stando alle parole del dirigente, serviranno a finanziarie, sia pure solo in parte, i lavori di installazione del manto erboso sintetico al fine di agevolare lo svolgimento degli allenamenti delle grandi nazionali attese: “I soldi non basteranno – ha detto – ma stiamo lavorando con il nostro Consiglio di amministrazione per realizzare questo sogno”. Al faccia a faccia con la stampa ha preso parte anche il sindaco Pietro Carotenuto che, fin dal suo insediamento, ha instaurato un rapporto di collaborazione con quelli che, almeno all’inizio, venivano considerati gli “usurpatori stranieri” e che, alla luce dei fatti annunciati ieri, sarebbero, invece, particolarmente legati a Boscotrecase. Anzi, visti i rapporti di cordialità e di collaborazione non  meraviglierebbe se l’amministrazione chiedesse di aggiungere, alla denominazione Amatori Torre del Greco, anche il nome del comune che ha dato i natali al cardinale filosofo Giuseppe Prisco e nel quale questa società sta avendo una crescita esponenziale. Diversamente da quanto accadeva nel paese d’origine. Alla conferenza non ha partecipato per impegni improrogabili il consigliere delegato allo sport, Antonio Pollioso, il cui dinamismo ha avuto un ruolo importante nel raggiungimento dei risultati sportivi presentati ai giornalisti.

Dal 6 novembre partirà il servizio civile con il coinvolgimento di diversi operatori, appositamente selezionati, che lavoreranno ad un progetto di integrazione nelle scuole del comprensorio. La società, inoltre, attraverso i propri atleti gestirà un doposcuola riservato agli studenti dalla seconda elementare alla scuola media. Ciò anche per promuovere, attraverso un questionario, la conoscenza del rugby. Il presidente Pasquale De Dilectis, per fugare ogni residuo dubbio, ha sottolineato che l’impianto di Boscotrecase viene stabilmente messo a disposizione di un’associazione ciclistica, di una società di lancio del giavellotto e dei componenti dell’Associazione Italiana Arbitri della FIGC della sezione di Torre Annunziata. Senza contare, poi, che si allenano anche diverse società calcistiche e di rugby di altre zone che non hanno impianti a disposizione. Gli atleti dell’Amatori parteciperanno a vari campionati regionali e nazionali. Nelle compagini giovanili sta crescendo la presenza dei boscotrecasesi. Non a caso al termine della conferenza due campioni del territorio hanno donato la maglia ufficiale ed il pallone ovale al sindaco, sebbene l’attuale primo cittadino sia particolarmente legato a quello sferico del calcio a 11 e, quando può, accantona l’aplomb istituzionale che ha assunto in virtù della carica per trasferirsi in curva B…

 

Boscotrecase, successo per l’iniziativa “Adotta un’aiuola”

aiuole-bis

 

aiuole-bisI boscotrecasesi hanno il pollice verde. È quanto emerge dalla conferenza stampa di presentazione dell’esito del bando per l’adozione delle aree verdi ubicate nel territorio del comune di Boscotrecase. L’iniziativa è stata promossa dal vicesindaco, nonché titolare della delega al verde, Francesco Monteleone, con il beneplacito del primo cittadino Pietro Carotenuto. Si tratta di una operazione realizzata in base al decreto legge 133 del 2014 (convertito in Legge 11 novembre 2014 n.164) che all’articolo 24 detta «Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio». In tanti hanno aderito alla proposta degli amministratori di “adottare” uno spazio. E così piazza Matteotti è stata assegnata al Comitato civico di Boscotrecase, che l’ha scelta, da tempo, come proprio campo di azione, piazza Municipio è stata assegnata alla Scuola di Danza della Maestra Marianna Sorrentino che si avvarrà della collaborazione di Manzo Revisioni, Piazza Sant’Anna, cuore pulsante del quartiere “Oratorio” è andata in adozione al punto scommesse Gold Bet ed all’officina meccanica Brancaccio, Largo Paduano al dentista Cimmino, Piazza Casa Vitelli al Bar Target Café, Piazza Annunziatella è stata confermata all’ex consigliere comunale socialista Italo Lento, che già era affidatario dell’aiuola dai tempi dell’amministrazione precedente. Il vicesindaco ha sottolineato che sono arrivate molte domande da parte di cittadini ed associazioni e che sono state chieste in adozione anche aree che, inizialmente, non erano state individuate dal Comune. Secondo il bando le aree verdi dovranno essere conservate nelle migliori condizioni di manutenzione. La manutenzione consisterà nel taglio dell’erba, concimazione, irrigazione, trattamenti contro infestanti, potature, ecc. secondo le migliori regole della tecnica, evitando di arrecare danni alle alberature e alle strutture esistenti. Dovrà essere perseguito il miglioramento delle condizioni del verde, la salvaguardia della salute e dell’igiene pubblica. Inoltre dovrà essere garantita la manutenzione ordinaria dei giochi per bambini e degli arredi urbani eventualmente presenti sull’area al momento in cui viene data in gestione. Sono a carico dei Concessionari le spese inerenti l’acquisto di materiali per la manutenzione ordinaria e straordinaria (fornitura e cura di essenze arboree e arbustive, di fiori ecc.), il pagamento del personale o Ditta eventualmente impiegati per la gestione delle aree verdi e le spese relative all’approvvigionamento di acqua per l’irrigazione. Sono inoltre a carico dei Concessionari le spese relative alla pulizia dagli scarti di manutenzione dello spazio verde concesso e gli oneri relativi al conferimento degli stessi negli appositi punti di raccolta. I Concessionari devono consentire l’effettuazione di interventi di sistemazione di impianti o servizi a cura del Comune, o di altri enti o soggetti interessati a lavori di carattere o di interesse pubblico. L’onere del ripristino delle zone interessate dai suddetti interventi è a carico del soggetto che li effettua. Il Comune di Boscotrecase si riserva la facoltà di controllo generale e verifica in merito al mantenimento corretto e diligente delle aree verdi oggetto della adozione, al fine di accertare l’osservanza di tutte le norme stabilite nel presente bando  La Convenzione ha durata minima di due anni a partire dalla sottoscrizione della Convenzione stessa e prevede il rinnovo tacito, salvo rinuncia scritta da parte dell’ adottante l’area. I concessionari hanno chiesto l’installazione di telecamere per la vigilanza delle strutture. Il sindaco Carotenuto, nel prendere la parola, ha assicurato che nel riequilibro di bilancio sono stati stanziati diecimila euro per ripristinare 18 telecamere già installate sul territorio non funzionanti. Saranno, inoltre, acquistate ulteriori telecamere mobili per sorvegliare le zone in cui avviene il conferimento selvaggio dei rifiuti.

 

Ischia, al via la IX edizione del Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei rifiuti

ischia

ischiaDisinquinare il mercato. Il sistema del riciclo dei rifiuti plastici a vent’anni dalla nascita del Polieco”. Il tema della IX edizione del Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei rifiuti, che ritornerà ad Ischia domani e dopodomani all’ Albergo della Regina Isabella,  quest’anno accenderà i riflettori sul mercato dei beni e dei prodotti riciclati. Il Forum che metterà insieme il mondo dell’impresa del riciclo, del Legislatore nazionale ed europeo, della magistratura e degli Organi di controllo, ma anche l’Università e gli Enti di Ricerca, sarà occasione per approfondire le dinamiche della gestione illecita dei rifiuti, che oltre ad “inquinare” il mercato, viziato dalla concorrenza sleale, compromette la tutela della salute e dell’ambiente, ostacolando i processi di green e circular economy.

L’evento, promosso dal PolieCo – Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero della Salute e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, rientra fra le iniziative formative che il Consorzio da anni mette in campo per la promozione dell’impresa etica. Qual è il “viaggio” compiuto dal rifiuto destinato al riciclo? Quali sono le connessioni fra il traffico illecito dei rifiuti e le ripercussioni sull’economia, la tutela dell’ambiente e della salute, i diritti dei consumatori? Sono solo alcuni dei quesiti cui si proverà a dare risposta nell’ambito della due giorni ischitana, nel corso della quale è previsto un approfondito focus sull’escalation di roghi che negli ultimi anni stanno interessando gli impianti del ciclo dei rifiuti.

Le 8 edizioni precedenti del Forum PolieCo sono state caratterizzate da oltre 95 ore di interventi, da 286 relatori e dalla partecipazione complessiva di oltre 800 ospiti. Nell’edizione 2017, il tema del disinquinamento del mercato sarà affrontato attraverso vari profili: il venerdì 22 si aprirà con il tavolo politico e la  partecipazione di parlamentari nazionali ed europarlamentari, seguirà il tavolo sulla gestione criminale dei rifiuti, le misure di monitoraggio ambientale e gli strumenti legislativi che vedrà il confronto fra magistrati e forze dell’ordine. La seconda giornata del Forum, articolata in due sessioni,  sarà dedicata alle best practice nel settore del riciclo e ai passi in avanti compiuti dalla ricerca scientifica per far fronte all’emergenza delle plastiche in mare.

L’ Ordine dei Giornalisti della Campania ha riconosciuto la prima giornata del Forum, quale evento formativo valevole per l’ottenimento dei crediti formativi obbligatori per la categoria. Il Forum PolieCo sull’Economia dei Rifiuti è un format originale di approccio multidisciplinare alle tematiche ambientali che si avvale di competenze tecniche specifiche e professionalità riconosciute per contribuire al dibattito nazionale sulla necessità di potenziare il settore del riciclo onde favorire al massimo il comparto industriale italiano serio, il mercato dei prodotti made in Italy, l’evoluzione culturale della società verso le tematiche ambientali, la connessione imprescindibile fra ambiente ed economia.

 

Trecase, corso di formazione per gli operatori della protezione civile

corso-di-formazione

corso-di-formazioneA Trecase il Gruppo comunale di protezione civile è impegnato in un progetto di formazione continua. Ieri i volontari hanno approfondito il tema delle radiocomunicazioni in emergenza, grazie alla disponibilità dell’Associazione di protezione civile “Le Aquile del Vesuvio”, specializzata in questo campo. I radioamatori Maria Rosaria Villa Gianni Leone, rispettivamente presidente e coordinatore del sodalizio di Torre del Greco, hanno catturato l’attenzione dei colleghi di Trecase con una serie di nozioni teoriche e di indicazioni pratiche che si riveleranno molti utili per il prosieguo dell’attività istituzionale. “Siamo fortemente determinati – afferma la vicecoordinatrice Giuseppina Esposito – a continuare su questa strada che è l’unica che ci consentirà di rispondere in maniera adeguata alle richieste che ci dovessero pervenire dal territorio”. Il corso si è svolto nella sala teatro dell’Ic Dangiò di Trecase, messo a disposizione dalla dirigente scolastica, Agata Esposito. Il sindaco Raffaele De Luca, così come già fatto in occasione di un recente consiglio comunale, si è complimentato con i volontari per l’impegno e la determinazione, dimostrati negli ultimi due anni di attività.

Boscoreale, l’Accademia Upam di Ina Perna a Bruxelles per omaggiare Napoli

upam

upamChi sogna in grande guarda lontano, ed è ciò che ha fatto Ina Perna, direttore Artistico dell’Accademia Upam (Università Popolare Arte e Musical), nonché docente di danza classica di esperienza pluritrentennale, che quest’anno inaugurerà l’inizio dell’anno accademico dando la possibilità ai propri giovanissimi allievi di esibirsi in un contesto internazionale : “Credo che le opportunità per i giovani di esibirsi e di fare esperienza artistica in contesti stimolanti debbano essere alla base della formazione degli allievi, per questo motivo credo fortemente che queste occasioni di crescita (soprattutto personale oltre che artistica ) giovino ai miei ragazzi in maniera estrema e li aprano a guardare verso nuovi orizzonti”.
Gli allievi dell’Accademia Upam, infatti, grazie al progetto “dalla formazione al palcoscenico”, saranno ospiti a Bruxelles per esibirsi in uno spettacolo – omaggio all’Italia ed alla nostra terra- dal titolo “Napoli: un sogno, un amore”, un viaggio esplorativo attraverso le più belle canzoni napoletane di tutti i tempi, dal dopoguerra ai giorni nostri, passando tra tarantelle, poesie ed omaggi a grandi Artisti come Totò, Pino Daniele e Lucio Dalla, senza dimenticare i grandi classici napoletani. Tra i giovani artisti dell’Accademia Upam, si esibiranno danzatrici, cantanti- attori, musicisti (a partire da 13 anni!) che, ciliegina sulla torta, saranno ospitati nei giorni di permanenza da famiglie locali, dando ai ragazzi la possibilità di fare esperienza linguistica e di interazione culturale, aprendosi all’altro ed accettando il diverso. Un’idea intelligente, formativa e rivoluzionaria, ma soprattutto un’occasione di crescita che i nostri giovani (soprattutto i più talentuosi) meritano di poter cogliere e a cui meritano di poter essere indirizzati- si spera sempre più spesso- dalle realtà formative presenti sul nostro territorio.

Trecase, lavori di adeguamento della scuola: faccia a faccia tra sindaco e mamme

consiglio

consiglioFaccia a faccia tra il sindaco e una delegazione di genitori sulla vicenda dei lavori di adeguamento della scuola di via Vesuvio. La struttura, ha annunciato il cittadino, sarà chiusa entro il 30 ottobre, perché dovranno iniziare i lavori di adeguamento sismico. Ci vorrà un anno circa al termine del quale la struttura sarà riconsegnata a studenti e insegnanti. Le mamme sono, comunque, preoccupate, in quanto temono che, nelle more della chiusura, la sicurezza dei ragazzi non sia garantire. Nel frattempo l’amministrazione sta cercando di individuare le 21 aule necessarie per evitare il ricorso ai doppi turni. A quanto pare a breve sarebbero disponibili 12 locali all’interno del plesso di via Cattaneo. Ne dovranno essere individuati altri nove…

Frana a Trecase, il sindaco chiede lo stato di emergenza

frana-a-trecase-per-la-pioggia-1

frana-a-trecase-per-la-pioggia-1“Mi appello al Prefetto di Napoli affinché si attivi per la dichiarazione dello stato di emergenza per dissesto idrogeologico”. A parlare è il sindaco di Trecase, Raffaele De Luca, a capo della una task force comunale istituita per coordinare gli interventi più urgenti dopo la tempesta di ieri.

“Le precipitazioni atmosferiche delle ultime ore – afferma il titolare della fascia tricolore – ci hanno messo in ginocchio. Il nostro paese è stato investito da un’ondata eccezionale di acqua e fango  proveniente dal Vesuvio che ha creato danni e disagi dappertutto”.

Mentre in centro il personale dell’ufficio tecnico comunale è riuscito a far fronte agli inconvenienti, in periferia la situazione appare drammatica. “A Nord della strada provinciale panoramica – denuncia De Luca – nel territorio del Comune di Trecase si è verificato un enorme movimento franoso che ha investito i sentieri e gli stradelli, provocando una profonda frattura sulla superficie. Diverse famiglie sono rimaste isolate per ore”. In campo il personale dell’ente ma anche i militari dell’Esercito impegnati nel servizio di pattugliamento della fascia pedemontana del Vesuvio al fine di prevenire gli incendi.

“Alla luce di quello che è accaduto – conclude il sindaco – non posso non fare appello al Prefetto di Napoli, sempre molto sensibile alle esigenze dei territori, affinché raccolga il nostro grido di aiuto”.

Torre del Greco, premio “La Ginestra” 2017 a Fiorenza Ceragioli

ceragioli3

ceragioli3Sono molto felice per questo premio soprattutto perché la figura di Giacomo Leopardi ha sempre accompagnato i miei studi. Villa delle Ginestre? L’ho visitata prima che venisse restaurata, immagino che, recuperato l’antico splendore, sia oggi un luogo carico di atmosfera. Sarà emozionante ritornarci». Così la professoressa Fiorenza Ceragioli, ricercatrice prima all’Università di Firenze e poi alla Scuola Normale Superiore di Pisa, vincitrice del Premio nazionale leopardiano “La Ginestra 2017”, assegnato a personalità della cultura, del teatro e dello spettacolo che si siano distinte nello studio e nella divulgazione dell’opera di Leopardi. Il comitato scientifico, presieduto da Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università “Federico II” di Napoli, e composto da Arturo De Vivo, Emma Giammattei, Paola Villani, Fabiana Cacciapuoti, Donatella Trotta, Matteo Palumbo (coordinatore del premio), ha voluto conferire il premio alla professoressa Ceragioli quale autrice di notevoli saggi su Leopardi «che l’hanno caratterizzata come un’interprete raffinata e rigorosa. I suoi studi mostrano una capacità acuta di indagare sulla forma dei testi – è scritto nella motivazione – sulle radici che hanno nella storia intellettuale del poeta e sui legami con gli ambienti in cui nascono. Espressione di tale ricerca meticolosa e illuminante sono soprattutto i volumi ”I canti fiorentini di Giacomo Leopardi” (1981) e “Il percorso della poesia. Giacomo Leopardi a Pisa” (2005). Il centro del lavoro di Fiorenza Ceragioli riguarda in particolare – prosegue la motivazione – la seconda fase della lirica leopardiana: quella che nasce appunto negli anni di Pisa e nella stagione di “A Silvia”. Si tratta di momenti decisivi nella storia del poeta». La cerimonia di premiazione della professoressa Ceragioli, collaboratrice del Centro Nazionale di Studi Leopardiani in Recanati e membro del Comitato Scientifico, è in programma il 14 settembre nella settecentesca Villa delle Ginestre, a Torre del Greco, dove Leopardi soggiornò dal 1836 al 1837 componendo alcune liriche tra le quali “La Ginestra” e “Il tramonto della Luna”. La manifestazione, giunta all’undicesima edizione, è organizzata dal Rotary Club “Torre del Greco-Comuni Vesuviani”, in collaborazione con la Fondazione Ville Vesuviane e l’Università “Federico II”. Il premio “La Ginestra” (premiolaginestra.it) vuole celebrare la figura di Giacomo Leopardi e i luoghi della Campania dove soggiornò il grande poeta di Recanati. Nelle ultime edizioni, il riconoscimento è andato sempre a massimi studiosi come Aldo Masullo, Gilberto Lonardi, Luigi Blasucci, Antonio Prete e Lucio Felici. Nel 2011 fu premiato il regista Mario Martone.

Boscotrecase e Torre, tutto pronto per il I Festival Appuntamento con la Felicità

Creare un vero e proprio incubatore per progetti di Felicità. È questo l’obbiettivo del I Festival “Appuntamento con la Felicità”, organizzato dalle associazioni “Progetto Cripta”, “Familiarmente” e “Jesce Sole”, che si terrà nelle città di Torre Annunziata e Boscotrecase sabato 23 e domenica 24 settembre. La conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa si svolgerà mercoledì 13 settembre alle ore 17, nell’atrio di Palazzo Criscuolo. Interverranno i portavoce delle tre associazioni promotrici dell’iniziativa: Anna Vitiello, a nome di “Progetto Cripta” che fa parte dell’associazione don Pietro Ottena, Marinella Antonacchio, di “Familiarmente”, e Antonio Frunzio, per “Jesce Sole”. Insieme a loro, i saluti dei sindaci delle due città Vincenzo Ascione, di Torre Annunziata, e Pietro Carotenuto, di Boscotrecase. Scopo dell’iniziativa è dare speranza trasmettendo il messaggio che una comunità può produrre felicità: una comunità felice è intesa come più accogliente, unita nei momenti positivi come quelli negativi, nella capacità di fare festa insieme. L’obiettivo è dare avvio al percorso di incubazione di “progetti felici”, creando relazioni tra i protagonisti e sviluppando idee sostenibili ed innovative atte a tutelare il bene comune. Ma anche, scoprire e riscoprire il proprio territorio, rivalutandone le bellezze che ci appartengono. Dibattiti sul tema con sociologi, filosofi e psicologi. Laboratori teatrali, di pittura e di yoga. Spettacoli musicali e di danza. Sono solo alcuni degli appuntamenti che si terranno durante il lungo fine settimana dedicato alla Felicità. A chiudere le due giornate due ospiti d’eccezione: il chitarrista e compositore Gianni Guarracino ed il circense e noto clown David Larible.

Fisco, Sarro: Split payment misura vessatoria

sarro

sarro“I riflessi dello split payment sono altamente negativi perché determinano una riduzione degli spazi di manovra dell’attività professionale attraverso un restringimento della liquidità, che nell’ambito delle libere professioni rappresenta l’ossigeno. Va anche valutato un appesantimento di quelli che sono gli oneri burocratici e gli adempimenti al fisco, che finiscono per aggravare la situazione anziché alleggerirla. La nostra proposta è tornare al regime preesistente, con la fatturazione economica il fisco è nella condizione di tracciare i pagamenti ed esercitare quella funzione di controllo e vigilanza in nome della quale è stata introdotta questa misura altamente vessatoria”. Lo ha detto il parlamentare Carlo Sarro, componente della Commissione Giustizia Camera dei Deputati, nel corso del convegno “split payment, primi effetti sui professionisti”, organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli.

“La situazione per i liberi professionisti è difficilmente sostenibile”, ha sostenuto Vincenzo Moretta, numero uno dei commercialisti partenopei. “Occorre evidenziare anche che con lo split payment si crea una disparità di trattamento nel rapporto tra privati e pubblica amministrazione. Chiediamo che si lavori per trovare una soluzione che non danneggi una categoria professionale già colpita dalla crisi economica”.

“Lo split payment incide sulla liquidità dei professionisti e pone problematiche di varia natura – ha evidenziato Maria Caputo, presidente dell’Unione giovani dottori commercialisti di Napoli -. Ad esempio su come emettere le fatture e chi è il soggetto responsabile del pagamento dell’Iva. C’è bisogno di chiarire tutti i dubbi dei professionisti coinvolti: commercialisti, avvocati, notai e ingegneri”.

Matteo De Lise, consigliere dell’Odcec Napoli ha evidenziato che “lo sdoppiamento del pagamento è una normativa di giovane attuazione che va a toccare i rapporti tra pubblica amministrazione e liberi professionisti. Sarà molto importante aggiornarsi e sapere come fatturare con questo nuovo strumento”.

Per Arturo Frojo, vicepresidente Ordine degli avvocati di Napoli, il tema “riguarda soprattutto i professionisti che collaborano con la pubblica amministrazione. La normativa presenta una notevole quantità di punti interrogativi che dovranno essere sciolti”.

“I giovani professionisti lanciano un appello – ha sottolineato Ilaria Imparato, presidente Associazione giovani avvocati Napoli, ha sottolineato:. C’è bisogno di comprendere quali aspetti ci accomunano dopo l’approvazione di questa normativa che dal 1 luglio incide sulla categoria”.

Ludovico Capuano, rappresentante dell’associazione giovani notai, ha infine rimarcato come “la nuova normativa crea notevoli difficoltà moltissimi professionisti. Il confronto serve a raggiungere un’interpretazione univoca che venga incontro all’esigenza di semplificazione”.

Trecase, il consigliere Gerardo Grieco entra nel Pd (area Casillo)

grieco

griecoEnnesimo colpo di scena. Il consigliere comunale Gerardo Grieco ha appena ufficializzato il suo ingresso nel Pd nell’area che fa capo al capogruppo regionale, Mario Casillo.

“Il mio obiettivo principale – spiega il sovrintendente della Polizia di Stato “prestato” alla politica – è quello di aprire un dialogo con le altre forze politiche di centro sinistra che possa portare ad una chiara e seria condivisione di un piano programmatico per il governo amministrativo della città di Trecase”.

Torna, dunque, a far parlare di sé Gerardo Grieco dopo il botta e risposta con il primo cittadino di cui abbiamo dato conto nelle scorse settimane. Adesso arriva una nuova presa di posizione che dimostra che l’esponente politico inizia a programmare il suo futuro politico e quello della cittadina vesuviana. Gli equilibri dentro e fuori il consiglio comunale cambieranno di nuovo …

Calcio a 5 serie C1, esordio felice per l’Fc Oplontina con lo Sporting Cavese

cava-de-tirreni

cava-de-tirreniSporting Cavese – Fc Oplontina 3 – 6

Sporting Cavese: Melillo, Grimaldi, Bonadies A., Bonadies F., Bonadies M., Lanzara, Garzillo, Longobardi, Negri, Sica, Salvati, Milito, Della Brenda. All. Ferrara

Fc Oplontina: Fabiano, Ferrante, D’Amora, Mascolo, Brunelli, Albergatore, Izzo, Di Somma, Maione, Cirillo, Alaia, Lauria, Palumbo. All. Cesarano

Arbitri: Domenico Maffia di Agropoli e Salvatore Crispino di Frattamaggiore. Cronometrista: Salvatore Impemba di Agropoli.

Inizia nel migliore dei modi l’avventura in serie C1 del Futsal Club Olpontina. I “diavoli rossi” del Vesuvio si impongono meritatamente sugli atleti dello Sporting Cavese al termine di una gara molto intensa. Apre le marcature Della Brenda che raccoglie sotto porta un tiro di Marco Bonadies smarcato da Garzillo. Il gol arriva dopo che ospiti sfiorano la realizzazione in almeno tre occasioni. All’inizio della ripresa Brunelli segna per il momentaneo pareggio e per il sorpasso. I vesuviani abbassano la pressione. Ne approfitta il solito Banadies che con un tiro da fuori pesca il jolly. Un gol del genere metterebbe al tappeto chiunque. Non i ragazzi di mister Cesarano che tornano a fare pressing. D’Amora si toglie lo sfizio di segnare al termine di un’azione corale di attacco. È la svolta della gara. Poi tocca a Roberto Lauria su tiro libero. Bonadies, “portiere volante”, dà l’illusione di riaprire l’incontro. Ferrante e Lauria la chiudono per il definitivo 6 a 3.

Trecase, cresce l’attesa per la festa di San Gennaro

san-gennaro

san-gennaroFervono i preparativi al Santuario-Parrocchia “Santa Maria delle Grazie e San Gennaro” in Trecase per le celebrazioni in onore di San Gennaro predisposti da don Aniello Gargiulo, Rettore del Santuario, per i festeggiamenti del Patrono che si tengono dal 14 al 24 settembre 2017. Quest’anno, la Comunità parrocchiale e la cittadinanza tutta di Trecase vivono momenti intensi di preghiera nella solennità dell’esaltazione della Santa Croce a tre anni dall’elevazione della chiesa a “Santuario” diocesano di San Gennaro ed è, possibile, con decreto di Papa Leone XIII, nell’anno Giubilare della Misericordia, ricevere l’indulgenza plenaria.
Fitto è il calendario delle celebrazioni liturgiche che don Aniello Gargiulo, coadiuvato dalla Comunità parrocchiale, ha promosso per questo evento. Giovedì 14 settembre, Solennità dell’esaltazione della Santa Croce, alle ore 19:00 don Aniello Gargiulo presiede la solenne Celebrazione Eucaristica; venerdì 15 settembre ore 19:00 si tiene la S. Messa con i portatori; sabato 16 settembre, alle ore 19:00 pellegrinaggio Parrocchia di S. Antonio – Trecase. Domenica 17 settembre, ore 8:00 la S. Messa è celebrata da don Mario Pasqua, parroco di S.M. del Carmine – Torre del Greco; alle ore 11:00 a celebrare la S. Messa è don Aniello Gargiulo; la Celebrazione Eucaristica delle ore 19:00 è presieduta da Mons. Gennaro Acampa, Vescovo Ausiliare di Napoli. Lunedì 18 settembre, ore 19:00 la S. Messa è officiata da don Antonio Ascione, docente della Pontificia Facoltà Teologica di Napoli; alle ore 20:30, celebrazione dei primi vespri di San Gennaro, esposizione del SS. Sacramento e adorazione notturna (il Santuario resta aperto tutta la notte).
Martedì 19 settembre – Solennità di San Gennaro, Patrono di Trecase è possibile, con decreto di Papa Pio IX, ricevere l’indulgenza Plenaria. Orario delle SS. Messe: ore 6:20 preghiera comunitaria e Benedizione Eucaristica; ore 7:00 S. Messa celebrata da don Aniello Gargiulo; ore 8:30 presiede don Ciro Esposito, parroco di S. Teresa – Torre Annunziata; ore 10:00 presiede don Pietro Amoroso, parroco dell’Addolorata in Boscotrecase; ore 11:30 presiede il Parroco don Lorenzo Pernice, chiesa S. Vincenzo a Postiglione – Torre del Greco; ore 19:00 presiede don Salvatore Accardo, decano del XIII Decanato. Mercoledì 20 settembre ore 19:00 Santa Messa e a seguire, presso la Sala teatro “Giovanni Paolo II”, un momento di riflessione sulla figura di San Gennaro” che don Aniello ha affidato al nostro direttore, Carmine Alboretti, cultore di storia ecclesiastica, il quale ha realizzato per l’occasione un video ed alcune slide. Giovedì 21 S. Messa alle ore 19:00; nei giorni 22 e 23 settembre, sempre alle ore 19:00, le Celebrazioni Eucaristiche saranno presiedute, rispettivamente, da don Ciro Scala e don Giuseppe Cesarino, parroco della Madonna di Lourdes – Napoli. Domenica 24 settembre le Sante Messe si terranno alle ore 8:00, alle ore 11:00. Alle ore 17:00 si tiene la Celebrazione Eucaristica e a seguire processione con la statua del Santo Patrono per le vie cittadine.
Per i festeggiamenti esterni, il Comitato Festa Patronale del Santuario, in comunione con don Aniello Gargiulo, con il supporto dell’Amministrazione comunale e la collaborazione delle Forze dell’Ordine, della Protezione Civile, delle Associazioni e degli Sponsor, ha organizzato numerose iniziative. Domenica 17 settembre, ore 20:00 presso l’Oratorio “Sac. Don Giuseppe Tortora”, l’associazione “Teatro Ragazzi” di Torre del Greco presenta la commedia di A. Petito “A’ scampagnata de’ tre disperati”. Martedì 19 settembre, ore 6,30 apertura della giornata in onore di San Gennaro con i fuochi d’artificio; ore 8:15 giro di ringraziamento per le strade cittadine a cura del Comitato Festa con la “New Band” Amici della musica; ore 20:00 in Piazza San Gennaro concerto live del coro “Jubilate Deo” di Torre del Greco. Giovedì 21 settembre, ore 20:30, presso l’oratorio “Sac. Don Giuseppe Tortora”, serata canora “Na voce, na chitarr … e che vuo’ chiu’ ” a cura del gruppo anziani “Noi oratori”. Venerdì 22 settembre, ore 16:30 “Corse delle botti e pigiatura dell’uva” a cura dei proff. Orapallo e Carotenuto; ore 20:00 in Piazza San Gennaro apertura della “XXII Sagra del Vino e del Tortano”; ore 21:00 esibizione di danza classica a cura dell’associazione “M.me Pavlova” di Trecase, a seguire spettacolo musicale con la partecipazione Francesco Cicchella. Sabato 23 settembre, ore 21:00 spettacolo live del gruppo “Sole Luna”. Domenica 24 settembre, ore 21:30 posa di una corona al monumento dei caduti della grande guerra con la partecipazione della “Fanfara del 10° Reggimento Carabinieri Campania”; ore 23:00 chiusura della Festa con spettacolo di fuochi pirotecnici e l’“Incendio del Campanile”. Per tutta il periodo della Festa, la “Pro Loco Trecase” ripropone il volume “ Ricurdammoce o ‘ ppassato” a cura di Nino Vicedomini.

1 2 3 71