Il 12 aprile il cardinale Sepe diventerà cittadino di Trecase

Adesso è ufficiale. Il 12 aprile prossimo il cardinale Crescenzio Sepe diventerà cittadino onorario di Trecase. Il consiglio comunale, su proposta del sindaco Raffaele De Luca, ha, infatti, approvato all’unanimità la relativa delibera. È la prima volta che accade nella storia della città. Il “borgomastro”, sotto lo sguardo attento di don Aniello Gargiulo, ha letto le motivazioni ufficiali del riconoscimento: “A Sua eminenza il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, in segno di gratitudine per la paterna sollecitudine dimostrata nei confronti della comunità civica di Trecase in occasione della chiusura del plesso scolastico di via Vesuvio. Senza l’intervento di Sua Eminenza la popolazione scolastica di Trecase sarebbe stata costretta a massacranti doppi turni con gravi ripercussioni nell’apprendimento e nella vita di relazione. La disponibilità prestata in occasione dell’ultima emergenza ha ulteriormente consolidato un rapporto di devozione filiale che si è manifestato fin dall’inizio del mandato episcopale ed ha raggiunto il suo culmine con l’erezione in santuario diocesano della Parrocchia Santa Maria delle Grazie e San Gennaro. Tale decisione sollecitata dalla Fede della popolazione ha avuto un ruolo notevole dal punto di vista dello sviluppo del territorio, poiché Trecase è diventata anche metà del turismo religioso.  Il cardinale ha così dimostrato di  avere a cuore non solo la salute delle anime ma anche il benessere della comunità”. Il consigliere Gerardo Grieco, a nome di tutta l’opposizione, ha manifestato il plauso per la concessione della massima onorificenza civica, sottolineando che l’impegno sociale profuso quotidianamente dai parroci. In apertura dei lavori la presidente Anna Fusco, a nome di tutti, ha fatto gli auguri al centauro Antonio Frappola, entrato a tutti gli effetti nel motociclismo professionistico, dopo aver dimostrato il suo valore nel settore giovanile. L’assise ha dato il via libera all’acquisizione al patrimonio dell’ente del bene confiscato alla camorra ubicato in via Antonio Sciesa ed ha approvato, con l’astensione di Grieco, la conferma delle attuali aliquote per le tasse comunali. Il sindaco De Luca ha annunciato che a breve sarà istituita un’isola ecologica all’interno di un terreno confiscato alla criminalità a ridosso della strada provinciale panoramica. Ciò consentirà un risparmio di circa 100mila euro all’anno che sarà investito per l’abbassamento del balzello.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *